Lecce-Genoa 2-2: le pagelle dei giallorossi

Falco è un faro, Tabanelli è generoso: i due entrano e cambiano la gara

By
Updated: dicembre 8, 2019
received_1005277763147568
received_1005277763147568

Lecce-Genoa: 2-2

LECCE (di Carmen Tommasi) – Che partita: un vero e proprio scontro diretto. Finisce 2-2 tra Lecce e Genoa al “Via del Mare”. Gli ospiti vanno sul 2-0 nel primo tempo e poi i giallorossi riescono a conquistare l’imporante 2-2 finale. Ospiti in nove per due espulsioni, Agudelo e Pandev. Al prossimo turno la squadra di Fabio Liverani farà visita al Brescia, sabato alle ore 15:00. (LEGGI QUI).

Le pagelle:

Gabriel: Ingenuo. Pasticcia con un’uscita spropositata in occasione del vantaggio degli ospiti, ma poi nella ripresa salva il possibile 0-3 su Pandev e aiuta i suoi a mantenere il 2-2 finale. VOTO 5.5.

Rispoli: Partita di sofferenza. Non manca in generosità in fase di corsa, ma soffre e non va in aiuto ai suoi quando c’è da difendere. VOTO 5.5.

Lucioni: Stranamente ingenuo. Il capitano è autore del fallo in pieno recupero su Pandev che porta al rigore successivamente segnato da Criscito. Si becca un giallo, già diffidato, salterà il Brescia. VOTO 5.

Dell’Orco: In crescita. Fa il suo senza sfigurare: è attento e deciso, soprattutto nella ripresa. Bene nel ruolo di centrale difensivo. VOTO 6.

Calderoni: In sordina. Stava per abbandonare il campo ad inzio primo tempo dopo un contrasto di gioco, ma tiene botta e fa il suo. Non riesce, però, a spingere, come sempre, dall’out di propria competenza. VOTO 6.

Majer: Insomma. Non è al top della forma dopo l’infortunio e si vede. Liverani se ne accorge e gli fa giocare solo un tempo. VOTO 5. (46′ Tabanelli: Rapido. Sigla di testa con disinvoltura il 2-2 finale e poi regala ritmo ai suoi. VOTO 7).

Tachtsidis: Discontinuo. Croce e delizia di questo Lecce. Ha qualità ed anche tanta, ma a volte commette degli errori che fanno male agli equilibri della mediana giallorossa e della squadra in generale. VOTO 5.5.

Petriccione: Diesel. Soffre anche lui nel primo tempo, ma poi cresce con il passare dei minuti e fa la dfferenza a centrocampo. Salterà per squalifica la gara di Brescia. VOTO 6.

Shakhov: In sofferenza. Non riesce a fare la differenza tra le linee e fa sentire a dismisura la mancanza di capitan Mancosu, ma d’altronde sono due giocatori con caratteristiche diverse. VOTO 5. (59′ Farias: Pimpante. Crea subito scompiglio nell’area di rigore avversaria e regala coraggio ai suoi. Poi si perde con il passare dei minuti. VOTO 6).

La Mantia: Diligente. Non segna, anche se ci va molto vicino. Liverani, come al solito, gli chiede di aiutare i suoi in fase di non possesso e lui ci prova con insistenza. Si fa male sul finire della gara. VOTO 6.

Babacar: “Stonato”. Un debole colpo di testa e poco altro. Non si sacrifica per la squadra e sembra cantare, partita dopo partita, fuori dal coro. VOTO 4.5. (51′ Falco: Gol e assist, un vero gioiellino. Sigla una fantastica rete alla Del Piero e serve deliziosamente Tabanelli per il 2-2 finale. Serve altro?!. VOTO 7.5.).

Allenatore Fabio Liverani: Errori, testa e cuore. Le assenze erano, anche questa volta, tante e pesanti: azzecca i cambi e i suoi riescono ad agguanate in rimonata il 2-2 finale. Il cuore ai suoi non manca, ma la squadra ha ancora tanto da migliorare e da raffinare in chiave salvezza. VOTO 6.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 8 dicembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *