Il prossimo avversario: il Carpi

By
Updated: novembre 27, 2018
IMG-20181126-WA0088
IMG-20181101-WA0074

Carpi-Lecce: si gioca domenica alle 15:00

LECCE (di Carmen Tommasi)Il mese di dicembre per il Lecce di Fabio Liverani inizia con la gara in casa del Carpi allo stadio “Sandro Cabassi”: si gioca domenica alle ore 15:00. Il campionato 2018-19 non è iniziato nel migliore dei modi per gli emiliani che si trovano sconfinati nelle zone pericolose della classifica: in dodici gare giocate, ne hanno vinte solo due ed anche lontano dalle mura amiche.

Solo 10 punti conquistati in 12 gare giocate: 11 gol fatti e 20 subiti, ben 6 sconfitte e 4 pareggi. Cattive acque in graduatoria, quindi, per gli uomini di mister Fabrizio Castori che ha sostituito il dimissionario collega Marcello Chezzi lo scorso 19 settembre, dopo solo 4 gare di campionato. Alla sua prima avventura in B non avevaraccolto punti. Il debutto a luglio in Coppa Italia a Pontedera contro la Ternana era iniziato con una sconfitta per 2-0, poi in campionato la rosa con un bilancio del tutto negativo anche a livello di prestazioni.

Nell’ultimo match col Padova, valido per la tredicesima giornata, il Carpi vince la sua seconda partita di campionato in trasferta. La formazione veneta perde l’imbattibilità casalinga e ora trova gli avversari ad un solo punto di distanza. Finisce 1-0 per gli ospiti allo stadio Euganeo. Alla formazione di Castori è bastato il gol di Jelenic arrivato al 35’ del primo tempo. Gli ospiti si sono portati in vantaggio in una delle poche azioni offensive della loro gara. Nella ripresa sterile tentativo di raddrizzare il match dei giocatori di Foscarini costretto a bruciarsi due cambi per gli infortuni di Contessa e Ravanelli e che vede nel finale il rosso per proteste a Capello all’80’.

I biancorossi, sono in un periodo di gran salute, e giocano con il 4-1-4-1 con Mokulu come unica punta.  Sta pagando la scelta del 32enne Concas alle spalle di Arrighini. Con Buongiorno recuperato, l’unico vero dubbio in mediana potrebbe essere il partner di Pasciuti, corsaro contro i biancoscudati, dove Mbaye e Di Noia si giocano un posto.

Gli emiliani sono un avversario che i tifosi giallorossi ricordano bene, per quella finalissima playoff del 13 giugno 2013 e la relativa serie B persa al Via del Mare. Finisce 1-1, all’andata 1-0, e scoppia la rissa sugli spalti e i disordini all’esterno dello stadio. I tifosi del Lecce hanno invaso il campo dalla curva Nord cercando di raggiungere gli spogliatoi, proprio quando è esploso il triplice fischio finale che ha regalato al Carpi il passaporto per la B. Ma ora il passato non conta, è solo un pessimo ricordo, e per le due squadre l’unico imperativo adesso sono solo i tre punti.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 27 novembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *