PETRICCIONE: “Alla base di tutto c’è sempre il duro lavoro”

By
Updated: novembre 22, 2018
Petriccione

LECCE – Jacopo Petriccione, centrocampista 23enne originario di Gorizia, è una delle rivelazioni più convincenti di questo campionato di serie B; nel Lecce di Liverani sta stupendo tutti per l’intelligenza tattica e per la grinta che sprigiona in ogni gara, a tal punto che per lui i tifosi ipotizzano una chiamata in nazionale.

NAZIONALE – “ Non ci penso assolutamente, ci sono tanti calciatori davanti a me; non vi nascondo però che è un mio sogno, ma per ora non ci penso”.

PRESTAZIONI PERSONALI – Alla base di tutto c’è il duro lavoro sempre, poi le scelte finali spettano al mister. In squadra siamo in tanti e chi viene chiamato in causa fa sempre bene, è bello fa parte di un gruppo competitivo”.

LIVERANI –Con il fatto che il nostro mister è stato un centrocampista di alto livello è più facile per me, mi ha dato subito fiducia e posso solo ringraziarlo. Io non mi accontento mai, se ho fatto bene finora fa parte del passato, mentre io devo guardare avanti, a quello che c’è da fare”.

RUOLO – “Gioco dove il mister mi chiede di giocare, ovviamente però, pur trovandomi bene sia come mezzala che come play, mi sento più un regista ed ho sempre detto che sono un regista”.

CLASSIFICA – “In serie B la classifica è sempre stata corta con il campionato a 22 squadre, quest’anno a 19 lo è ancor di più. Il Lecce è in zona playoff? Stiamo dimostrando di poterci essere anche dobbiamo volare basso, il campionato è ancora lungo”.

CREMONESE – “Una bella squadra con giocatori esperti ed altri giovani. Giocano un buon calcio e per questo prevedo che sarà una bella partita”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 22 novembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *