Rodriguez: “Pronto a giocare dove vuole il mister”

0

FOLGARIA – Dal ritiro di Folgaria, Pablito Rodriguez, punta di diamante del Lecce, ha fatto il punto della situazione.

PREPARAZIONE – “Stiamo lavorando molto intensamente per costruire la squadra ed arrivare al campionato nel miglior modo possibile, in questo periodo si lavora duro, il fresco però ci aiuta ad allenarci. Stiamo lavorando molto forte per costruire la squadra”.

IL MISTER – “parla poco ma osserva molto, mi piace come allenatore, perché dice la cosa giusta e fa imparare quello che vuole, siamo contenti”.

PUNTA CENTRALE MA ANCHE ESTERNO – “Mi piace, è bello, giocare anche da esterni; però un giocatore gioca dove decide l’allenatore. L’anno scorso ho giocato punta centrale, in Spagna però ho fatto anche l’esterno, lo posso fare, mi sento più forte al centro però, perché sono veloce e posso fare gol. Comunque sono un giocatore duttile e gioco dove vuole l’allenatore”.

IL MODULO – “Stiamo lavorando sul 4-3-3, sia nella fase offensiva, sia difensiva; siamo all’inizio di quello che vuole l’allenatore, però dobbiamo continuare a lavorare nella maniera giusta per affinare ogni cosa”.

PASSATA STAGIONE – “L’anno scorso ho subito l’infortunio mentre mi stavo ambientando, cosa che poi ho fatto nel migliore dei modi. Questo è un passaggio importante della mia carriera; sono qui per affermarmi e darò tutto me stesso per raggiungere i migliori risultati. Voglio diventare un giocatore importante della squadra”.

LECCE, AMORE A PRIMA VISTA – “Ho detto ai miei famigliari, al mio procuratore, dopo pochi mesi, che volevo fare vacanza qui perché mi sono subito innamorato della città; si mangia bene, c’è il mare, come a Madrid, e ho deciso così perché mi piace tutto, il mare, la spiaggia la gente. Ho molti amici e questo mi ha aiutato”.

IL SUO CANE – “Ottima compagnia è come un figlio per me, mi piace stare con lui, abbiamo una relazione speciale”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

CONDIVIDI
Articolo precedenteLiguori scrive ai tifosi: “Ci mancate tanto”
Articolo successivoTris d’assi a Folgaria