Liverani e l’ultima chiamata: “La serie A va difesa fino alla fine, i miei faranno la partita della vita”

0

LECCE – La partita delle partite, quella della vita che vale un’intera stagione: da non sbagliare per nessuna ragione. La gara del cuore, della testa e dell’anima, quella da giocare dando il massimo e senza risparmiarsi. Fabio Liverani alla vigilia dell’ultima di campionato con il Parma, il match che in 90′ minuti deciderà chi tra Lecce e Genoa potrà rimanere nella desiderata serie A. I genoani hanno un punto in più  in classifica dei giallorossi e gli scontri diretti a favore: la squadra del tecnico romano deve necessariamente vincere e sperare che i liguri non facciano altrettanto al “Marassi” con il Verona. Il destino dei suoi, quindi, non dipende solo dal risultato del match del “Via del Mare” contro la squadra di Roberto D’Aversa: “Nelle ultime tre trasferte prima di Udine, i miei ragazzi avevano giocato bene e meritavano sicuramente di più. Diciamo che Udine per noi era l’ultima occasione per poter rimanere appesi alla serie A e la squadra ci ha messo qualcosa oltre quello che poteva. Abbiamo conquistato i tre punti che ci permettono ancora di sperare. Noi in questo momento della stagione -ha chiosato Liverani- dobbiamo dare il massimo. Bisogna giocare la partita contro il Parma al meglio e vincerla in qualsiasi modo, poi dovremo aspettare il risultato di Genoa-Verona, che ci darà il verdetto finale“.

SENZA PUBBLICO – Lo stadio non potrà avere il solito calore e amore dei tifosi giallorossi: “Ovviamente, per noi, i 20mila abbonati assenti sono stati un fattore negativo, sia in casa che fuori ci seguivano in massa. Questo è un inconveniente grande, un brutto handicap, ma è così per tutti e ce ne dobbiamo fare una ragione. Tutta Lecce giallorossa? La serie A è un capitale di tutti, va difesa fino alla fine. Mi fa molto piacere tutto questo affetto della città e delle istituzioni, anche e soprattutto per i ragazzi”.

LOTTA A DUE –  Parma e Verona sono due squadre già salve e che hanno poco da chiedere al la classifica, ma faranno sicuramente la loro partita: “Il campionato ha sempre detto che a prescindere da chi si affronta bisogna sempre metterci tutto il meglio. Domani facciamo il massimo e poi a fine gara vedremo i risultati. Cosa non dovrà mancare al Lecce contro il Parma? Il cuore e la testa in questo momento sono le componenti fondamentali. Questa è l’ultima, la fine di tutto, non c’è nient’altro e bisogna scendere in campo con tutto quello che ognuno di noi avrà in corpo e poi vediamo cosa succederà“.

QUANTE ASSENZE – L’infermeria non lascia ancora pace alla formazione giallorossa, ma Liverani ha convocato tutti. Anche gli indisponibili, tranne Deiola. C’è anche lo squalificato Paz: “Abbiamo ancora 24 ore e cerchiamo di ritrovare qualsiasi energia per recuperare chi ha giocato di più e ha avuto dei problemi  Chi andrà in campo col Parma farà la partita della vita. Metterà tutto e poi vedremo se basterà. Se farò giocare Meccariello al posto dello squalificato Paz? Diciamo che non ci sono tantissime scelte. Abbiamo a disposizione due soli centrali, quindi se non ci saranno problemi giocherà lui”.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail