U.S. Lecce: accordo con i tesserati per il mese di marzo

La squadra giallorossa rinuncia allo stipendio del mese di marzo: c'è grande intesa nel club di Via Colonnello Costadura tra rosa e società

By
Updated: maggio 20, 2020
Lecce 2019-20 (4)
L'avv. Saverio Sticchi Damiani, presidente dell'U.S. Lecce

Saverio Sticchi Damiani, presidente U.S. Lecce

LECCE – “L’ U.S. Lecce comunica che, in un clima di grande serenità, in data odierna, è stato raggiunto l’accordo con tutti i tesserati della prima squadra in merito al tema dei compensi e del premio salvezza. Il Direttore Sportivo, l’allenatore unitamente al suo staff e tutti i calciatori della prima squadra hanno dato la disponibilità alla rinuncia alla mensilità di marzo, il cui importo è stato convertito in un premio condizionato al completamento del campionato di Serie A ed al raggiungimento dell’obiettivo della permanenza. Per espressa volontà di tutti i tesserati coinvolti e della Società si è inoltre deciso di non chiedere alcuna rinuncia a dipendenti e collaboratori amministrativi, fisioterapisti, magazzinieri e a tutti i tesserati e collaboratori del settore giovanile. La definizione di tale accordo, che tiene conto anche della circostanza che tutti i tesserati della prima squadra hanno tenuto un comportamento responsabile nei confronti del club durante il periodo di inattività, è l’ulteriore conferma della grande coesione della famiglia giallorossa”: così il club giallorosso con una nota per comunicare che è stato raggiunto l’accordo con tutti i tesserati della prima squadra in merito al tema dei compensi e del premio salvezza. Il tutto è arrivato dopo una lunga riunione, nella giornata di ieri, con il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani allo stadio “Via del Mare”, in massima  sicurezza, dove  società e squadra hanno raggiunto l’intesa sui contratti.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 20 maggio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *