Emergenza Coronavirus: il Lecce fa slittare la ripresa degli allenamenti

Il club giallorosso fa sapere che "la data di ripresa degli allenamenti è fissata per lunedì 23 marzo a condizione che la situazione sanitaria, in quella data, sia tale da garantire lo svolgimento dell'attività nel rispetto della salute dei tesserati e dei collaboratori della prima squadra"

By
Updated: marzo 15, 2020
liv
Filippo Falco, fantasista del Lecce (foto P.Pinto)

Filippo Falco, fantasista del Lecce (foto P.Pinto)

LECCE – Giusto così: il Lecce non riprenderà gli allenamenti, come da programma, nella giornata di domani alle ore 15:00 al Via del Mare. Giovedì scorso era prevista una seduta, poi, annullata visti i primi casi di coronavirus in serie A. La squadra di Fabio Liverani doveva riprendere, a porte chiuse, la preparazione domani pomeriggio (LEGGI QUI), ma anche i giallorossi si fermano  e fanno slittare la data della ripresa, come hanno già fatto quasi tutte le altre squadre di massima serie. Questa la nota della società leccese:

“L’U.S. Lecce  spa comunica  che, d’intesa con lo staff sanitario e con lo staff tecnico, ha deciso di fissare la data di ripresa degli allenamenti per lunedì 23 marzo p.v a condizione che la situazione sanitaria, a quella data, sia tale da garantire lo svolgimento dell’attività nel rispetto della salute dei tesserati e dei collaboratori della prima squadra. La condizione fisica e lo stato di salute dei calciatori continueranno ad essere monitorate giornalmente ed a distanza dallo staff tecnico e da quello medico”.

Anche perchè ieri, in un comunicato ufficiale, i medici delle squadre di Serie A sconsigliavano di riprendere le sessioni di gruppo in un momento così delicato: “In considerazione della grave evoluzione dell’infezione Covid-19 nel mondo, vista l’emergente diffusione dei contagi anche all’interno del calcio -si legge nella nota- e del personale sanitario a esso dedicato e del progressivo aggravamento della situazione che sta coinvolgendo il Sistema sanitario nazionale, i medici della Serie A esprimono forte preoccupazione circa la tutela della salute dei propri tesserati qualora venissero ripresi a breve gli allenamenti e promosse altre attività di aggregazione”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 15 marzo 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *