Coronavirus, l’Italia si ferma. Conte: “Chiusura scuole e università fino al 3 aprile, tutto lo sport si ferma”

Stop anche il calcio, lo ha annunciato nella tarda serata di lunedì il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte dalla sala stampa di Palazzo Chigi

By
Updated: marzo 10, 2020
Cucchietti, portiere della Reggina, guarda attonito il pallone entrare in porta

LECCE – Si ferma tutta l’Italia e si ferma anche il calcio fino al 3 aprile. L’Italia deve cambiare stile di vita. Per fermare il coronavirus e limitare il contagio il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, firma un nuovo decreto e mette l’Italia in quarantena e per tutti distanza di sicurezza di un metro.

Decisioni senza precedenti. “La situazione è grave, chiederò aBruxelles la massima flessibilità“, dice il premier, che agli italiani promette: “Ci rialzeremo, come dopo il ponte Morandi”.

“Non c’è ragione per cui proseguano le manifestazioni e le gare, penso anche al campionato di calcio. I tifosi devono -ha continuato il premier- prenderne atto. Non consentiremo neppure che vengano utilizzate le palestre“, ha spiegato Conte. Il pallone non andrà avanti nemmeno a porte chiuse: resta un punto di domanda per quanto riguarda le competizioni europee”.
conte-giuseppe-800x445

Il decreto aggiungerà, alle misure già esistenti nelle ex-‘zone rosse’, anche le seguenti disposizioni.

– Sospensione dell’attività didattica nelle scuole di tutti gli ordini e grado e nelle università

– Chiusure di palestre e luoghi volti allo svolgimento di attività sportive

– Sospensione di tutte le manifestazioni sportive nazionali

-Divieto di spostamento se non per motivi di lavoro e di salute comprovati (indispensabili una giustificazione e una autocertificazione per il controllo)

-Chiusura di bar, pub e ristoranti dalle 18 alle 6

– Divieto di assembramento all’aperto e in luoghi pubblici.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 10 marzo 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *