La Roma si rialza e il Lecce ne incassa quattro

La squadra di Liverani cade 4-0 allo stadio "Olimpico": due gol per tempo per la squadra di Fonseca, i salentini interrompono la striscia di tre vittorie di fila e rimangono inchiodati a 25 punti, fuori dalla zona rossa

By
Updated: febbraio 23, 2020
IMG-20200222-WA0019
IMG-20200222-WA0019

Il Lecce viene sconfitto 4-0 dalla Roma di Fonseca allo stadio “Olimpico”

ROMA (di Carmen Tommasi) – La Roma batte 4-0 il Lecce e ritorna a sorridere dopo un inizio di 2020 da dimenticare. I giallorossi salentini tornano a casa a mani vuote, dopo una partita in cui sono apparsi sottotono e quasi mai in partita.  Sblocca Under e raddoppia Mkhitaryan, sempre nel primo tempo. Nella ripresa Dezko sigla il 3-0, gol convalidato dopo il supporto del Var. La Roma chiude la partita all’80’ con Kolarov. La squadra di Liverani rimane inchiodata a quota 25 punti, sempre fuori dalla zona rossa e si ferma dopo tre vittorie di fila, mentre la Roma sale a 42. Domenica arriva l’Atalanta delle meraviglie al” Via del Mare”: fischio d’inizio ore 15:00.

LE SCELTE DI FONSECA E LIVERANI – Roma in campo con il 4-2-3-1, con Pellegrini e Mkhitaryan dietro a Dzeko. In difesa si rivede Mancini accanto a Smalling, con Fazio che va in panchina. Il tecnico portoghese deve fare a meno di Zappacosta, Zaniolo, Diawara e Pastore. Albero di Natale per Fabio Liverani che schiera i suoi con il 4-3-2-1, per la sempre presente emergenza in avanti, dove è disponibile un solo attaccante: Lapadula. Con Falco, Babacar, Farias e Saponara non convocati. In porta ancora spazio a Vigorito, nonostante Gabriel sia ormai pienamente recuperato. In difesa al centro i soliti Lucioni e Rossettini, con Donati e Calderoni ai lati. In avanti dietro all’unica punta Lapadula ci sono Mancosu e Barak.

ROMA SPRINT –  Terreno da gioco in buone condizioni, nonostante all’Olimpico si sia già giocato due volte negli ultimi giorni, calcio e rugby. Partono bene i padroni di casa: gli uomini di Fonseca fanno girare il pallone, palleggiano a dovere e giocano alti. Lecce chiuso nella propria metacampo. Al 7’ Pellegrini va alla conclusione, ma non si coordina bene e non mette in apprensione Vigorito. Al 13’ Petriccione perde palla a metà campo e dopo una bella azione, nata da una grande giocata di Mkhitaryan, Under la mette dentro: è 1-0. Non riescono a reagire i salentini, anche se con il passare dei minuti provano a ripartire. Diagonale sinistro di Barak, poco pericoloso, al 19’, su un’azione di ripartenza. Kolarov, al 24’, tenta il diagonale sinistro dalla distanza, palla a lato dopo una leggera deviazione. Crescono con il passare dei minuti gli ospiti, ma al 29’ ci riprova Pellegrini seppure in fuorigioco. Ancora Roma al 30’: Dzeko dalla linea di fondo, sulla destra, serve al centro Pellegrini, a rimorchio. Tira di destro il trequartista giallorosso, ma la sfera finisce di pochissimo fuori. Al 35’ ci prova il Lecce: Majer ha la palla buona a pochi passi dalla porta, ma Smalling salva tutto. Al 37’ arriva il 2-0 con Mkhitaryan su assist di Dzeko: gol in quattro passaggi che passa sotto le gambe di Vigorito. Passano i minuti, ma gli uomini di Liverani non riescono ad abbattere la difesa di casa: ci provano timidamente Deiola e Barak ma il primo tempo si chiude, dopo un minuto di recupero, con il doppio vantaggio dei laziali. Nella Roma nella ripresa entra Kluivert, al posto di Pellegrini che resta negli spogliatoi per precauzione: Shakhov ha preso il posto di Petriccione nel Lecce. Prendono coraggio, seppure timidamente, i salentini nella ripresa. Al 57’ Bruno Peres va al cross teso dalla destra verso Mkhitaryan al centro dell’area: il brasiliano viene fermato in angolo da Calderoni. Al 61’Carles Perez entra al posto di Under. Al 70’ arriva il 3-0 di Dezko, gol che viene assegnato dal Var  (c’era una sospetta posizione di fuorigioco di Dzeko, che sul cross teso di Kolarov dalla sinistra non risulta invece oltre la line). Mancano oltre quindici minuti alla fine e la Roma vince 3-0. Al 77’ grande giocata di Lapadula che colpisce il legno con un tiro al volo con l’interno sinistro verso il palo lontano. All’80’ arriva il poker della Roma: Kolarov punisce Vigorito invitato da Peres. Dopo 2’ di recupero arriva il fischio finale: la Roma festeggia, mentre il Lecce pensa già alla prossima e delicata partita casalinga con la forte Atalanta di Gasperini.

Roma-Lecce 4-0: il tabellino

MARCATORI: 3′ Under, 37′ Mkhitaryan, 70′ Dzeko, 80′ Kolarov.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Bruno Peres, Smalling, Mancini, Kolarov; Veretout, Cristante; Under (61′ Carles Perez), Pellegrini (46′ Kluivert), Mkhitaryan; Dzeko (81′ Kalinic). All. Fonseca

LECCE (4-3-2-1): Vigorito; Donati (83′ Meccariello), Lucioni, Rossettini, Calderoni; Petriccione (46′ Shakhov), Deiola, Majer (66′ Tachtsidis); Barak, Mancosu; Lapadula. All. Liverani.

Ammoniti: Mancini (R).

Arbitra: Giacomelli di Triste.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 23 febbraio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *