Il Lecce prende la rincorsa, supera la Spal, e vola a quota 25

By
Updated: febbraio 15, 2020
Lecce Spal Piazza

LECCE – Una grande vittoria quella del Lecce contro la Spal nella gara valida per la 24^ giornata del campionato di serie A. Terza vittoria consecutiva e record del Lecce di delio Rossi eguagliato.

Una gara difficile in cui Liverani oltre agli infortunati Babacar, Farias e Meccariello, manda in panca Saponara acciaccato, che in settimana ha accusato una contrattura muscolare; il tecnico romano manda in campo Vigorito in porta, Donati, Lucioni, Rossettini e Calderoni a formare la linea difensiva; Majer, Deiola e Barak in mezzo; Mancosu, Falco e in avanti Lapadula.

Ben presto però, al 33° perde anche Falco per infortunio, al suo posto entra Shakhov.

La gara sembra in salita, Gigi Di Biagio alla sua prima panchina, deve fare a meno di Cerri, D’Alessandro, Dabo e Vicari e col 4-3-3 manda in campo Berisha; Cionek, Bonifazi, Zukanovic, Reca; Missiroli, Valdifiori, Castro; Di Francesco, Petagna, Valoti, e prende le redini della gara in mano per buona parte dell’incontro. Gli estensi giocano un calcio semplice, sono compatti tra i reparti e pungono sugli esterni affidandosi poi a Petagna in gran spolvero.

Nonostante qualche difficoltà al primo vero affondo, frutto di una bella azione, il Lecce trova l’episodio. Mancosu serve Majer che calcia a rete ma Bonifazi commette fallo, giallo e calcio di rigore. Batte Mancosu e sblocca la gara.

Nel secondo tempo gli ospiti entrano in campo con piglio battagliero e pareggiano subito con Petagna che incorna un angolo battuto da Valdifiori e riequilibra la gara che però viene spaccata in due da Majer.

Al 66° lo sloveno arriva a rimorchio e riceve la palla da Mancosu e in diagonale mette il punto esclamativo sul campionato del Lecce.

Il finale di gara vede gli ospiti riversarsi in avanti ma il Lecce serra i ranghi, soffre e poi spicca il volo e dopo 4 minuti di recupero si risveglia a 25 punti in classifica lasciando sottoterra la Spal che raschia il fondo del barile con 15 punti.

Un Lecce che sa vestirsi da operaio, che soffra, lotta ma vince e la salvezza sembra sempre più vicina.

Prima del fischio d’inizio il tecnico Fabio Liverani ha ricevuto una targa celebrativa dall’ US Lecce per le sue 100 panchine in giallorosso raggiunte nella gara vinta a Napoli.

TABELLINO

LECCE – SPAL 2-1

LECCE (4-3-2-1): Vigorito, Donati, Lucioni, Rossettini, Calderoni (85° Dell’Orco); Majer, Deiola, Barak; Mancosu (79° Paz), Falco (34° Shakhov); Lapadula. A disp: Gabriel, Chironi, Vera, Petriccione, Saponara, Oltremarini, Rispoli, Rimoli, Tachtsidis. All. Liverani

SPAL (4-3-3): Berisha; Cionek, Bonifazi, Zukanovic, Reca; Missiroli (73° Strefezza), Valdifiori, Castro; Di Francesco, Petagna, Valoti. A disp: Thiam, Letica, Floccari, Murgia, Sala, Felipe, Tomovic, Fares, Tunjov. All. Di Biagio

ARBITRO: sig. Marco Guida di Torre Annunziata

ASSISTENTI: sig. Filippo Meli di Parma e sig. Ciro Carbone di Napoli; IV Uomo il sig. Antonio Di Martino di Teramo. In sala video (VAR) il sig. Paolo Valeri di Roma 2 e (AVAR) il sig. Daniele Bindoni di Venezia.

MARCATORI: 41° Mancosu (L) su rig., 48° Petagna (S), 66° Majer (L)

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 15 febbraio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *