Che Lecce: doppio Lapadula e Mancosu fanno il colpaccio al “San Paolo”

0
received_550913545633886
Colpaccio del Lecce al San Paolo: 3-2 finale per i giallorossi

NAPOLI (di Carmen Tommasi) – Sacrificio, ripartenze e coraggio: il Lecce fa il colpaccio e torna da Napoli con una vittoria importantissima e inaspettata. Al “San Paolo” finisce 3-2 per gli uomini di Fabio Liverani che battono la blasonata squadra di Gennaro Gattuso. Passano in vantaggio i giallorossi al 28’ con Lapadula e Milik pareggia i conti ad inizio ripresa. Il 2-1 lo fa sempre Lapadula, questa volta di testa. Settimo centro stagionale per l’ex Milan. All’82’ Mancosu segna il 3-1 con una punizione spettacolare e potente che si schianta all’incrocio dei pali. Sul finire Callejon fa il 3-2 e accorcia le distanze. Polemiche nel post mach per un intervento di Donati su Milik a pochi passi dalla porta ritenuto dall’arbitro Giua regolare tanto da punire l’attaccante polacco con il cartellino giallo per simulazione. Niente Var per decisione del direttore di gara. I giallorossi salgono così a quota 22 punti a più 3 dalla zona rossa: domenica 15 febbraio arriverà la Spal al “Via del Mare”, fanalino di coda della massima serie.

A TRAZIONE ANTERIORE – Gattuso non “molla” il suo 4-3-3 e schiera nel tridente d’attacco Politano, per la prima volta titolare, insieme a Milik e Insigne. In porta c’è Ospina con davanti Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly e Mario Rui. Liverani ripropone il collaudato 4-3-1-2 con Saponara alle spalle della coppia d’attacco composta da Falco e Lapadula. Vigorito sostituisce anche oggi l’infortunato Gabriel tra i pali: stessa linea difensiva schierata nella gara con il Torino. In mediana Deiola fa il play con ai suoi lati Majer e Barak.

DOPPIO LAPADULA E …. – I padroni di casa pressano con intensità nell’area di rigore offensiva sin dai primi minuti di gioco. Prima sortita offensiva dopo pochi minuti del Napoli, con Politano che viene fermato dalla difesa leccese poco prima del cross in area di rigore. Al 10′ prima grande occasione del match: colpo di testa di Milik che finisce alto sopra la traversa. Ci riprova al 13’ Zielinski, ma  la sfera finisce sul fondo dopo un cross di Mario Rui. La partita la fanno i padroni di casa: altra conclusione al 25’ di Milik, dopo un pallone perso in uscita, ma il tiro non sortisce gli effetti sperati.  Al 28’, nel miglior momento dei partenopei e dopo il primo tiro in porta degli ospiti, segna Lapadula praticamente a porta vuota: Saponara mette in mezzo per Falco, Ospina ci mette la mano per deviare il cross, ma l’attaccante è pronto per il tap-in vincente. Prende coraggio il Lecce e ci prova dalla distanza anche con Falco. Insigne al 35’ ha una palla buona, ma colpisce il palo esterno dopo essere stato lanciato in rete da Politano. Partenopei vicinissimi al gol di testa al 42’ con Politano involato a rete, ma Donati anticipa tutti. Si va a riposo senza minuti di recupero con una rete di scarto per i giallorossi. Un cambio dal 1’ della ripresa per Gattuso: fuori Lobotka dentro Mertens. Liverani conferma i suoi undici iniziali. Pareggia il Napoli ad inizio ripresa: al 48’ segna Milik. Insigne-Mertens e la palla finisce al centro per il polacco, che davanti alla porta vuota rischia anche di sbagliare, segnando dopo aver colpito la traversa. Cross di Saponara al 55′ e Lapadula conclude centrale, Ospina blocca. Tre minuti dopo Mertens mette Insigne davanti al portiere, ma il capitano degli azzurri si fa chiudere lo specchio da Vigorito. Raddoppio del Lecce: ancora Lapadula al 60’ per la rete del 2-1, questa volta di testa. Siamo al 67:’ pallonetto di Insigne, Vigorito è incerto nella presa e Milik tenta la conclusione in spaccata ma non centra la porta. Giallorossi vicinissimi al 3-1, ma Ospina è bravo a salvare sulla linea un tentativo di testa di Barak. Giallo per Milik, ammonito per simulazione: il polacco era caduto in area mentre cercava di passare in mezzo a tre avversari. L’arbitro Giua chiama l’aiuto del Var e chiede ai giocatori di aspettare, ma  è solo punizione per i salentini. All’82’ arriva il 3-1 dei giallorossi grazie alla rete su punizione magistrale di Mancosu. Callejon sigla il 3-2 e accorcia le distanze. Azzurri in avanti fino al fischio finale, ma i salentini si chiudono bene: dopo cinque minuti di recupero ed un “tour de force” dei padroni di casa, vincono meritatamente i giallorossi e portano a casa la seconda vittoria di fila.

Napoli-Lecce 2-3: il tabellino

MARCATORI: 29′ e 61′ Lapadula (L), 48′ Milik (N), 82′ Mancosu (L), 90′ Callejon (N).

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Lobotka (46′ Mertens), Demme, Zielinski; Politano (61′ Callejon), Milik, Insigne (76′ Lozano). All. Gattuso.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Donati; Deiola, Majer (68′ Petriccione), Barak; Saponara; Lapadula, Falco (74′ Mancosu). All. Liverani.

Ammoniti: Koulibaly (N), Zielinski (N), Rispoli (L), Milik (N), Vigorito (L), Mario Rui (N), Demme (N), Petriccione (L).

ARBITRO: Giua di Olbia.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail