Il Lecce annienta il Toro: il poker è servito

Brutta e larga sconfitta per i granata in crisi nera: due reti per tempo regalano tre punti d’oro ai giallorossi. Prima vittoria casalinga stagionale per la squadra di Liverani trascinata dai nuovi arrivati Deiola, Saponara e Barak

By
Updated: febbraio 2, 2020
received_181715856402047
received_181715856402047

Il Lecce batte 4-0 il Torino di Mazzarri

LECCE (di Carmen Tommasi) – Meglio di così non poteva andare: prima e attesissima vittoria casalinga stagionale per il Lecce di Fabio Liverani che supera con un largo 4-0 un inconsistente Torino. Dopo poco più di 10′ è Deiola a sbloccare il match. Al 19′ Barak raddoppia. Nella ripresa Falco e Lapadula, su penalty, dilagano. Diciannove punti in classifica per i salentini, a più tre dal Genoa terz’ultimo, che domenica prossima faranno visita al Napoli di Gennaro Gattuso (domani sera i campani saranno impegnato con la Sampdoria). Per il Toro è buio pesto, Liverani sorride, predica equlibro, e si gode una delle più belle prestazioni dei suoi.

DUE ALLENATORI IN “EMERGENZA” – Il tecnico romano  torna al suo marchio di fabbrica, il 4-3-1-2. Parte dal primo minuto in cabina di regia Deiola, afficancato da Majer e dal nuovo arrivato Barak. Sulla trequarti, in panchina capitan Mancosu febbricitante, spazio a Saponara dietro al duo Falco-Lapadula. In difesa spazio a Rispoli, Rossettini, Lucioni e Donati. Tra i pali c’è Vigorito. Out per infortunio Gabriel, Babacar, Tachtsidis, Meccariello e Farias; con Dell’Orco squalificato.  Mazzarri deve sostituire gli squalificati Izzo e Lukic e deve fare i conti anche lui con varie assenze: conferma la formazione schierata a Milano, con due novità, Djidji e Meite.

GOLEADA GIALLOROSSA, LECCE SUPER CARICO – L’approccio dei padroni di casa è molto buono, sprint, e il Torino sta a guardare. All’8′ punizione per i granata: al tiro capitan Belotti, ma la sfera finisce alta sopra la traversa. Al 11’ passano in vantaggio i giallorossi, su assist di Saponara segna Deiola con un destro potentissimo. Ci riprova sempre Deiola al 14’, ma questa volta il portiere ospite intercetta senza alcun problema. Al 19’ arriva il 2-0 giallorosso: segna Barak con un sinistro spettacolare. Cambio forzato per il Toro: si fa male Verdi, entra Millico. Continuano ad attaccare i salentini spinti dal calore delle mura amiche: sembra essere un monologo e i granata provano a reagire timidamente in contropiede, ma senza mai pungere. L’arbitro Rocchi chiede l’aiuto del Var sul finire del primo: annulla un gol al Torino su punizione di Belotti, deviata dalla barriera, dove De Silvestri “tocca” in posizione di fuorigioco.  Un minuto di recupero e poi si va a riposo sul 2-0 per i giallorossi. Stessi undici iniziali per Liverani e Mazzarri. Ad inzio ripresa ci prova due volte Lapadula, ma è Falco a siglare al 19’ un gran gol dei suoi: Saponara lo serve a dovere e il gioiellino di Pulsano si porta la palla sul destro e dal limite supera Sirigu con una conclusione da applausi. Mazzarri fa entrare Lyanco per Rincon, ma la situazione non cambia. Il Torino è molle ed inconcludente sotto quasi tutti gli aspetti. Al 32’ arriva il poker dei padroni di casa: Lapadula su rigore sigla il 4-0. Penalty assegnato per un fallo commesso da Bremer su Shakhov, che aveva appena sostituito Saponara. Finisce tra gli applausi per la comitiva giallorossa: una vittoria fondamentale in chiave salvezza arrivata grazie ad una delle più belle prestazioni sfoderate nell’era Liverani. Ora piedi per terra e pedalare: testa al Napoli.

LECCE-TORINO 4-0: IL TABELLINO

Marcatori: pt 11′ Deiola, pt 19′ Barak, st 19′ Falco, st 33′ Lapadula (Rig.).

Ammoniti: pt 12′ Nkoulou, pt 18′ Meite, pt 33′ Majer, pt 43′ Deiola, st 14′ Aina, st 31′ Lapadula.

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Donati; Deiola (st 12′ Petriccione), Majer (st 37′ Paz), Barak; Saponara (st 27′ Shakhov); Falco, Lapadula. A disposizione: Chironi, Vera, Mancosu, Monterisi, Dubickas, Calderoni, Oltremarini, Maselli, Rimoli. Allenatore: Liverani.

Torino (3-4-2-1): Sirigu; Djidji (st 13′ Edera), Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Rincon (st 25′ Lyanco), Meite, Aina; Verdi (pt 24′ Millico), Berenguer; Belotti. A disposizione: Ujkani, Rosati, Singo, Adopo. Allenatore: Mazzarri.

Arbitro: Rocchi di Firenze.

Note: recupero 1’ pt, 2 st. totale spettatori: 21.947.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 2 febbraio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *