Il d.g. Mercadante presenta Saponara

By
Updated: gennaio 24, 2020
Riccardo Saponara e Giuseppe Mercadante

LECCE – Il direttore generale del Lecce, Giuseppe Mercadante, ha presentato alla stampa il nuovo acquisto giallorosso Riccardo Saponara, il trequartista 28enne di Forlì che va a completare una casella importante dello scacchiere di mister Fabio Liverani.

MERCADANTE – “Per Saponara parlano i numeri, con le oltre 130 presenze nel massimo campionato e dunque si presenta da solo. Il suo arrivo si aggiunge a quelli di Deiola e Donati, acquisizioni che vanno nella direzione di alzare il livello tecnico e di esperienza della squadra, finalizzata a mettere a disposizione dell’allenatore elementi funzionali al progetto. Sta svolgendo un programma di condizionamento fisico che lo porterà in breve ad allinearsi col gruppo. Non è stata una trattativa né semplice e né rapida, anche perché le parti in causa erano diverse”

SAPONARA – “Ringrazio tutta la società dell’US Lecce per la grandissima fiducia riposta in me, non da oggi ma già in passato aveva dimostrato la voglia di volermi in organico, e quindi grazie per aver perseverato nella trattativa. Da parte mia cercherò di dare il contributo alla causa. Per la mia carriera cercavo una soluzione che mi desse l’opportunità di rimettermi in gioco. Ruolo? Ho giocato in diversi ruoli ma è ovvio che quello del trequartista è il più adatto alle mie caratteristiche. A Genova ho fatto la mezzala. Mister Liverani mi ha spiegato quanto sia importante nel suo sistema di gioco il ruolo del trequartista ed io sono felice di prendermi le mie responsabilità. Obiettivo? Non è personale ma è comune ed è la salvezza inutile ripeterlo. È da tanto che manco da una partita ufficiale e deciderà il mister quando schierarmi, dipenderà da come risponderò sul campo. Io mi sento pronto, a disposizione, anche se manca un po’ di condizione, quindi toccherà al mister fare le sue valutazioni.

Tutti mi hanno parlato di Lecce intesa come piazza, tifoseria, e squadra in termini di entusiasmo, confermandomi quello che pensavo, e che ho riscontrato appena sono arrivato. Ho trovato un ambiente familiare e caloroso, ideale per un calciatore per sentirsi a casa ed ho tanta voglia di ripagare questa accoglienza.

La maglia 18? Un mio amico mi ha suggerito questo numero che è stato vestito da un grande fantasista del passato, Roberto Baggio, e mi ha detto prendi il 18 perché porta bene”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 24 gennaio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *