Bastoni-Mancosu e il Lecce stoppa magicamente l’Inter

Al "Via del Mare" finisce 1-1: nella ripresa Bastoni entra e sblocca il risultato, ma il capitano del Lecce centra la zampata del pari. Pali per Brozovic e Falco

By
Updated: gennaio 19, 2020
received_857702171337745
received_857702171337745

Mancosu risponde a Bastoni: al Via del Mare finisce 1-1

LECCE (di Carmen Tommasi) –  Come in un film, ma con il lieto fine: il Lecce, dopo quattro sconfitte di fila, riesce a conquistare un 1-1 al Via del Mare contro l’Inter di Antonio Conte. Succede tutto nella ripresa, dopo un pimpante primo tempo: al 71’ il neo entrato Bastoni porta in vantaggio i suoi, risponde nemmeno sei minuti dopo capitan Marco Mancosu che sigla il definitivo pareggio. Sesto centro stagionale, quattro su rigore, per il centrocampista sardo. Secondo pareggio di fila per i neroazzuri, mentre i giallorossi si prendono l’applauso infinito del pubblico amico e si portano a sedici punti in classifica, a più uno dal Brescia terz’ultimo.

20200119_154749“Conte uomo senza dignità, sei la m…a della nostra città“: è lo striscione con cui la Curva Nord ha accolto il tecnico interista al ritorno nella sua città natale, oltre ai numerosi cori di “dissenso”.

A SPECCHIO – Liverani abbandona il suo collaudato 4-3-1-2 e passa al 3-5-2: la  coppia d’attacco è composta dal duo Lapadula-Babacar. Non ci sono gli infortunati Farias, Calderoni e Shakhov, mentre rientra nella lista dei convocati Majer. Panchina per Falco e Tachtsidis. In mediana spazio ancora  a Deiola, Petriccione e Mancosu. Il leccese Antonio Conte, schiera il solito 3-5-2, e rinuncia dal primo minuto ad Alessandro Bastoni: al suo posto in difesa spazio a Godin, con il rientrante Skriniar. Coppia d’attacco composta da Lukaku e Lautaro Martinez. Non è partito per il Salento l’ultimo arrivato, Young.

BASTONI-MANCOSU – Un minuto di rigoroso e doveroso silenzio per Pietro Anastasi e poi al via con il match. Prima occasione dell’Inter già al 3’: dopo un’azione manovrata Lukaku si gira e sfiora il palo. Al 6’ i giallorossi si avvicinano nell’area di rigore avversaria e Babacar da buona posizione colpisce troppo alto. Parte bene il Lecce e prova a spingersi oltre la metà campo avversaria. Ancora Babacar di testa, ma è alto.  Al 28’ Brozovic colpisce un legno, cresce l’Inter e i padroni di casa si difendono e provano a ripartire. Al 31’ Gabriel salva due volte su Lautaro Martinez. Bella partita al Via del Mare: i giallorossi lottano su ogni pallone e cercano di non far passare lo stratosferico attacco ospite. Stessi undici iniziali per Liverani e Conte all’inizio del secondo tempo. Parte benissimo il Lecce e ci prova prima con Petriccione e poi con Babacar. Liverani fa entrare Majer per Lapadula, Bastoni per Godin la scelta di Conte:  il nuovo entrato stacca sul cross di Biraghi e mette dentro di potenza l’1-0 a meno di venti minuti dal termine. Liverani fa entrare Falco per Rispoli e i salentini pareggiano: Majer si libera alla grande e crossa basso da sinistra, Skriniar si gira e Mancosu arriva sul pallone prima di Bastoni per il pari al 77′. Finale acceso e da cardiopalma: Barella va vicino al 2-1, Falco colpisce il palo su punizione. Conte schiera il tridente inserendo Sanchez e Borja Valero per Sensi e l’infortunato Brozovic (si è fatto male alla caviglia), mentre dall’altra parte entra Meccariello per Mancosu. Finisce 1-1 e il Lecce alla prossima partita sarà ospite dell’Hellas Verona per la seconda giornata di ritorno.

Lecce-Inter: il tabellino

MARCATORI: 71′ Bastoni (I), 77′ Mancosu (L).

LECCE (3-5-2): Gabriel; Lucioni, Rossettini, Dell’Orco; Donati, Deiola, Petriccione, Mancosu (83′ Meccariello), Rispoli (76′ Falco); Lapadula (62′ Majer), Babacar. All. Liverani.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin (70′ Bastoni), De Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic (83′ Borja Valero), Sensi (83′ Sanchez), Biraghi; Lukaku, Lautaro Martinez. All. Conte.

Ammoniti: Donati, Candreva, Borja Valero, Meccariello.

Arbitro: Giacomelli di Trieste.

NOTE: spettatori totali 25,966.

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 19 gennaio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *