Liverani mantiene la calma: “In piena emergenza, ma bisogna riprendere a correre”

Nel posticipo dell'ultima giornata del girone d'andata i giallorossi saranno ospiti dei ducali di Roberto D'Aversa: la squadra di Fabio Liverani parte a Parma senza Farias, Tabanelli, Shakhov, Majer, Calderoni e Bleve

By
Updated: gennaio 12, 2020
IMG-20200112-WA0009
IMG-20200112-WA0009

Fabio Liverani, allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – “Dopo la trasferta di Parma si chiude il girone d’andata e poi tireremo le somme. Vedremo cosa migliorare sia da un punto di vista di punti che di prestazioni. Dobbiamo riprendere il cammino e correre perché nel girone di ritorno i punti peseranno ancora di più. Domani affronteremo una squadra che non si può considerare una sorpresa di questo campionato, in quanto in estate ha fatto un mercato importante. Sono una formazione che sta facendo molto bene, guidata da un tecnico, D’Aversa, al quale bisogna fare i complimenti. Domani sarà fondamentale gestire le forze e le energie perché non ho molte alternative. I ducali hanno un’identità abbastanza chiara, con quattro difensori, tre centrocampisti e tre giocatori offensivi molto duttili”: così il tecnico Fabio Liverani alla vigilia del posticipo in casa del Parma, settimo in classifica, match in programma allo stadio “Ennio Tardini” per l’ultima giornata del girone d’andata e con fischio d’inizio alle ore 20:45.

Ma prima di parlare di calcio giocato, il tecnico romano ci tiene a fare un saluto caldo e affettuoso alla famiglia di Giovanni Custodero, l’ex calciatore 27enne, deceduto oggi, e che aveva scelto la sedazione profonda: “Volevo mandare un pensiero alla famiglia di Giovanni. Faccio le mie condoglianze ai suoi familiari, ma anche quelle della squadra e di tutti i tifosi, questo è un gesto doveroso da parte nostra”.

Mister, siete in piena emergenza: Deiola è pronto a scendere in campo per dare una mano alla mediana giallorossa?

Alessandro è pronto fisicamente, è arrivato con grande voglia e con energie positive, un po’ di energia positiva nel gruppo è fondamentale. Le altre assenze? Tabanelli si è fermato solo oggi, gli altri, invece, si portano dietro alcuni problemi fisici. La risonanza di Farias, la cui ecografia inizialmente non aveva riportato nulla di serio, ha mostrato un problema muscolare, purtroppo l’ennesimo per il ragazzo. Calderoni ha provato, ma ha ancora dolore alla caviglia e non è in grado di giocare. Mancosu? Marco è generoso, lo sappiamo, ma non è al top della forma, ma è il capitano e si impegna al massimo. L’emergenza continua, ma credo che abbiamo tutto per fare una partita dignitosa. Chi c’è è in grado di poter giocare dando il massimo, come sempre. Ovvio che dobbiamo fare, in questo momento, di necessità virtù”.

State pensando ad un cambio di modulo per sopperire alle tante assenze?

“Il cambio di modulo è un’idea ed una possibilità, ma solo a partita in corso. Perchè per giocare come siamo abituati a giocare noi, al dì fuori di chi parte dal primo minuto, non abbiamo grandi alternative. Lapadula? Non giocherà dall’inizio, ma può tornare utile a partita in corso. Babacar ha avuto un piccolo affaticamento, ma proprio perché sta alzando il livello di prestazione e quindi domenica scorsa è andata un po’ in difficoltà”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 12 gennaio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *