Liguori, amareggiato ma sereno, chiede unità e compattezza a tutti

By
Updated: gennaio 7, 2020
Corrado Liguori, vicepresidente u.s. Lecce

LECCE – Con un lungo post pubblicato sui suoi profili ufficiali, il vicepresidente del Lecce Corrado Liguori, il giorno dopo la sconfitta subita dal Lecce con l’Udinese, a bocce ferme ha fatto le proprie valutazioni. Un’analisi condivisibile scritta col cuore oltre che con la testa in momento particolare in cui bisogna rimanere lucidi, operare sul mercato, e lavorare per raggiungere la salvezza.

Ecco il post

Ecco il post

Ecco il suo post:

Ho atteso di sbollire la grande delusione relativa alla sconfitta di ieri prima di esprimere le mie valutazioni.

Comprendo, prima di tutto da tifoso e poi come proprietà, l’amarezza che chiunque vuole bene al Lecce, sta provando in questa fase.

Obiettivamente non è un bel momento ed il fatto che oggi saremmo salvi non può mitigare, se non parzialmente, questa situazione.

L’unica cosa che però non possiamo permetterci, e mi riferisco a tutte le componenti che ruotano intorno al Lecce e che soprattutto lo amano, è quella di perdere le nostre certezze, quelle certezze che ci hanno consentito in poco tempo, di partecipare nuovamente al campionato più bello del mondo.

Bisogna restare uniti, granitici e compatti!

Non è un luogo comune ma una garanzia di successo così come lo è stata dopo la sconfitta di Caserta (due campionati fa) o dopo gli schiaffi di Cittadella e di Padova ( lo scorso anno).

A quegli schiaffi sono seguite GRANDI GIOIE.

State tranquilli perché sappiamo perfettamente cosa non va, cosa è migliorabile, cosa potrebbe andare meglio e le leve da utilizzare e ci adopereremo in questa direzione.

Questo non significa che raggiungeremo al 100% l’obiettivo della salvezza ma che CERTAMENTE FAREMO L’IMPOSSIBILE PER RIMANERE DOVE CON TANTA FATICA E SACRIFICI, SIAMO ARRIVATI …

Io per natura sono preoccupato quando non capisco, sono molto fiducioso quando si hanno le idee chiare.

E quindi ho tanta fiducia !

FORZA LECCE

💪💛❤️

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 7 gennaio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *