Liverani a tutto gas: “L’Udinese? Invertire il trend casalingo”. E sul mercato…

Per la penultima giornata del girone d'andata c'è Lecce-Udinese, fischio d'inizio alle ore 18:00 al "Via del Mare". Arbitra Giua di Olbia: giallorossi senza Calderoni e Majer

By
Updated: gennaio 5, 2020
81302293_10157690996613467_8721919886193852416_o
81302293_10157690996613467_8721919886193852416_o

Fabio Liverani, allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Ripartire alla grande e con lo spirito giusto per mettere in cassaforte la prima vittoria del 2020. Il primo successo casalingo in campionato al “Via del Mare” e per farlo bisogna battere l’Udinese nel mach di domani delle ore 18:00, in sostegno dell’iniziativa #forticomegliulivi. Il tecnico Fabio Liverani presenta così la partita contro gli uomini di Luca Gotti: “Dopo questa sosta ho trovato il gruppo bene, ho visto i ragazzi mentalmente più rilassati, più forti, con una gran voglia di ricominciare. Domani affronteremo una squadra ostica, esperta e fisica. L’Udinese dispone di giocatori di gamba -ha spiegato il tecnico giallorosso- sia in avanti che sugli esterni. C’è tutta la volontà di ripartire con la voglia di fare qualcosa di straordinario, a partire dalla battaglia con l’Udinese che ci aspetta domani. Nelle scelte che andrò a fare per il reparto avanzato devo tener conto delle caratteristiche in funzione dell’equilibrio che la squadra deve avere”

Come sta la sua squadra dopo la sosta del campionato di massima serie?

“Indubbiamente prima della sosta qualcuno era in debito di condizione. Farias e Babacar sono tornati bene, hanno lavorato anche in vacanza. Così come Falco che, però, ha ancora qualche fastidio con cui deve convivere. Mancosu ha ritrovato, invece, la continuità di allenamenti. Stesso discorso vale per Rossettini che era arrivato a Natale affaticato”.

Chi farà scendere domani in campo contro i bianconeri?

C’è più di qualche dubbio. Donati è una possibilità dietro, anche come terzino sinistro, così come è una possibilità un attacco pesante con Lapadula e Babacar, oppure una seconda punta. Può essere un’idea anche un cambio di schieramento, ma per questo è necessario vedere cosa ci dirà e darà il mercato, dal quale arriveranno i giocatori che servono. Con la società siamo in piena sintonia ed è sempre stato così. Servono nuovi elementi per completare la rosa, avranno caratteristiche diverse rispetto a quelli che abbiamo. Arriveranno i giocatori di cui abbiamo bisogno e questo a prescindere da quanti saranno”.

In otto partite casalinghe al “Via del Mare” la sua squadra non ha mai conquistato i tre punti: potrebbe essere domani la volta giusta?

Dobbiamo necessariamente invertire questo trend casalingo, perché adesso ogni punto conquistato ha un peso specifico importante. Ci prepariamo ad un’altra guerra, con l’Udinese sarà una battaglia importante. Vogliamo portare in cassaforte un risultato casalingo che manca da troppo tempo”. 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 5 gennaio 2020

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *