Liguori a Piazza Giallorossa: “Squadra costruita per salvarsi col coltello tra i denti, ci muoveremo sul mercato”

By
Updated: dicembre 24, 2019
20191224_163623
20191224_163623

Corrado Liguori, vicepresidente U.S. Lecce

LECCE – “Credo che sia difficile da commentare perché il Bologna ha giocato meglio di noi, ha avuto una superiorità in alcuni momenti addirittura imbarazzante però questo è frutto anche di tanti e tanti anni di serie A, della possibilità di inserire anno dopo anno, gradualmente, elementi di grandissima qualità quali Medel, Orsolini, Sansone, Palacio e quindi il divario era inevitabilmente alto e si è visto tutto; in più non stiamo vivendo il nostro miglior momento”: così il vicepresidente del Lecce Corrado Liguori, ospite di TeleRama ieri sera, nella puntata 1502 di Piazza Giallorossa.

LA CLASSIFICA E IL CAMPIONATO- “Questa squadra è stata costruita per salvarsi all’ultima giornata col coltello tra i denti, che poi 15 punti sono stati fatti prima e adesso c’è un calo può starci ma rappresentano il giusto. La maggior parte dei problemi ci sono stati sui calciatori arrivati in ritardo e non hanno fatto preparazione estiva che è fondamentale per il prosieguo del campionato, in quel momento metti fieno in cascina che ti ritrovi in inverno e sopratutto in primavera quando si decidono le sorti del campionato; il rischio più grosso per le matricole è arrivare a questo punto con un distacco di 6 o 7 punti punti di distacco… ex ante avremmo firmato tutti quanti per stare attaccati al gruppo, ex post per come si era messa ci eravamo illusi un po’, mi auguro però di cuore che questa squadra continui a giocare, arrivando in questa posizione ad un mese dalla fine e per potersi giocare lo sprint finale e per coronare ennesimo miracolo”.

CAPITOLO MERCATO“Qui ci deve essere massima chiarezza: se non erro siamo circa 30. Dimenticate i vari Dumancic, Tsonev, Dubickas, Lo Faso ,Gallo. Sicuramente non possiamo diventare 40, il direttore sportivo lo sa, ne abbiamo parlato, bisogna innanzi tutto sfoltire la rosa e sarà sua cura prendere i giocatori in grado di dare alternative al mister”Ascoltiamo tantissimo e prendiamo spunto, perché ognuno può dare un input. Sappiamo cosa abbiamo sbagliato e sappiamo cosa migliorare ma ci vuole equilibrio, per una neopromossa è un miracolo essere agganciata alla zona salvezza perché negli anni scorsi non è accaduto”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 24 dicembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *