Il Lecce saluta la Coppa Italia: la Spal ne fa cinque e agli ottavi trova il Milan

Allo stadio "Paolo Mazza" di Ferrara finisce con un larghissimo 5-1 per i padroni di casa: giallorossi inesistenti nel primo tempo, più reattivi ma poco concreti nella ripresa

By
Updated: dicembre 4, 2019
received_634437053758376
received_634437053758376

Spal-Lecce: 5-1, passano il turno i padroni di casa

FERRARA (di Carmen Tommasi) – Un brutto Lecce, a due volti, perde 5-1 con la Spal e dice addio in malo modo agli ottavi di finale di Coppa Italia. Primo tempo molto timido ed inconsistente per gli uomini di Fabio Liverani: meglio nella ripresa, ma i giallorossi sono stati troppo imprecisi e poco concreti sottoporta. Al 18’ Igor porta in vantaggio i padroni di casa e nemmeno sei minuti dopo Paloschi sigla il raddoppio. Al 30’ Murgia serve il 3-0 ai suoi. Sul finire della prima frazione di gioco, la Spal va sul 4-0 con Cionek. Nella ripresa accorcia le distanze Imbula e sigla il 4-1. Capitan Floccari, a sette minuti dalla fine, fa il 5-1. I biancoazzurri sorridono e se la vedranno con il Milan di Pioli nel prossimo turno.

GIOCA IL LECCE “DUE” – Allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara Leonardo Semplici schiera i suoi con il 3-5-2 e non può contare su Di Francesco, Fares e D’alessandro, tutti infortunati. Coppia d’attacco composta da Floccari e Poloschi. In casa giallorossa, invece, sempre spazio 4-3-1-2 e ampio turnover per Fabio Liverani: in avanti c’è Lo Faso a supportare Dubickas e Lapadula.  Non ci sono capitan Mancosu, Dumancic, Farias e Meccariello tutti k.o.

LA GARA, SPAL A VALANGA – Al 6’ occasionissima per la Spal: Missiroli trova un buco e si invola in rete, ma la sfera finisce di poco fuori. Nemmeno un minuto dopo scambio Floccari-Cionek ma quest’ultimo non trova la porta. Buon inizio dei padroni di casa e con il passare dei minuti crescono i giallorossi, anche se non riescono a rendersi particolarmente pericolosi. Al 13’ Vera si invola in rete, ma non riesce a mettere in difficoltà Berisha che lo anticipa. Al 18’ azione personale di Igor che trova il gol superando con un bel sinistro un impotente Vigorito: 1-0 per gli uomini di Leonardo Semplici. I giallorossi subiscono il colpo e fanno fatica a uscire. Al 24’, infatti, arriva il doppio vantaggio della Spal: segna Paloschi su intuizione perfetta di Reca. Nemmeno un minuto dopo ancora brividi per Vigorito, con Paloschi che manca di poco la doppietta personale. Continuano ad attaccare i padroni di casa, nonostante il doppio vantaggio. Spal incontenibile e al 30’ arriva il 3-0 con Murgia che la mette alla sinistra di Vigorito. Al 34’ giallorossi vicini al gol un con colpo di testa di Lapadula, dopo un calcio di punizione battuto da Vera, deviato sulla traversa da Berisha. Brutto primo tempo per i giallorossi: al 45’ Cionek da solo in area fa il 4-0. Si chiude, dopo 1’ di recupero, il primo tempo. Nessun cambio per ambo le parti ad inizio ripresa. Padroni di casa sempre pericolosi e che non si stancano di attaccare, difesa giallorossa in difficoltà. Salentini, però, più pimpanti con il trascorrere dei minuti. Al 54’ il Lecce accorcia le distanze con Imbula che, con un bel sinistro, sigla il 4-1. Al 55’ Vigorito è bravo a dire no a Floccari e devia la sfera in angolo. Al 61’ i salentini cercano di accorciare le distanze con un bel tiro dalla distanza di Lapadula che, però, non inquadra lo specchio della porta. Il Lecce prende coraggio e si spinge in avanti anche con Dubickas che, però, non riesce a sfruttare al meglio un’occasione sottorete facile facile. Al 67’ ancora Lapadula: l’attaccante si gira in area e la spedisce sul portiere della squadra di casa: Liverani si arrabbia. Squadre molto lunghe sul finale del match e partita con continui capovolgimenti di fronte. Al 70’ il solito Lapadula mette pressione a Berisha che spedisce sul palo. I giallorossi ci credono e insistono in avanti. Al 79’ Dubickas prova il tiro, ma è impreciso e la spedisce fuori. Ci prova anche Vera, ma non trova la porta a otto minuti dalla fine. Va in gol, poi, anche capitan Floccari all’83’ e Vigorito va ancora k.o: è 5-1. Annullato un gol a Lapadula per fuorigioco all’88’: azione da rivedere. Dopo 3’ minuti di recupero arriva il fischio finale: la Spal vince 5-1 e il Lecce saluta la Coppa Italia. Testa al campionato: domenica c’è il Genoa al “Via del Mare” per la quindicesima giornata di serie A.

Spal Lecce 5-1: risultato e tabellino

RETE: 18′ Igor, 24′ Paloschi, 31′ Murgia, 45′ Cionek; 56′ Imbula, 84′ Floccari.

SPAL (3-5-2): Berisha 6.5; Tomovic 6, Vicari 6, Igor 7; Cionek 6.5, Missiroli 6.5, Murgia 6.5, Jankovic 6 (63′ Valoti 6), Reca 6.5 (69′ Kurtic 6); Floccari 6.5, Paloschi 7 (88′ Cuellar s.v). All. Semplici 6.5.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito 5; Benzar 4 (59′ Fiamozzi 6), Rossettini 5, Riccardi 4,5, Vera 5.5; Imbula 5.5, Petriccione 6 (59′ Majer 6), Dell’Orco 5; Lo Faso 4.5 (76′ Maselli s.v.); Dubickas 5, Lapadula 6.5. All. Liverani 5.

ARBITRO: Giua di Olbia.

AMMONITO: Missiroli, Imbula, Murgia.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 4 dicembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *