Calderoni fa esplodere il “Via del Mare”: un Lecce tutto cuore stoppa il Cagliari

Finale di partita infuocato: tre giocatori espulsi nel giro di pochi minuti. I giallorossi recuperano il doppio svantaggio e fanno 2-2

By
Updated: novembre 25, 2019
78581945_732252293941441_4865863157962244096_n
78581945_732252293941441_4865863157962244096_n

Lecce-Cagliari: 2-2

LECCE (di Carmen Tommasi) – Il Lecce ci mette il cuore, la grinta e in pieno recupero agguanta un meritato 2-2 sul Cagliari e sfiora l’impresa. La gara si sblocca sulla mezz’ora: fallo di mano di La Mantia e per Mariani è calcio di rigore a favore degli ospiti che viene trasformato da Joao Pedro. Nella ripresa i padroni di casa aumentano i ritmi e attaccano, ma al 67′ arriva il raddoppio rossoblù con capitan Nainggolan. Il finale di gara è molto acceso e nervoso: doppia espulsione per il Cagliari, Cacciatore e Olsen, e rosso anche per Lapadula. L’ex Milan viene espulso dopo aver siglato il gol su rigore e poi Calderoni fa di sinistro il 2-2. Un punto a testa, quindi, e sabato i salentini vanno a fare visita alla Fiorentina di Vincenzo Montella.

LE SCELTE – I padroni di casa scendono in campo con il solito 4-3-1-2: non c’è capitan Mancosu alle prese con una tendinite e al suo posto gioca Shakhov. Altri problemi in infermeria per Liverani: Majer salta la sfida con i sardi, così come Babacar e Falco. In avanti La Mantia parte titolare accanto a Lapadula. A centrocampo spazio a Tachtsidis in cabina di regia, con accanto Tabanelli e Petriccione. In difesa Rispoli a destra, con Lucioni, Rossettini e Calderoni. Anche il tecnico Rolando Maran schiera i suoi con il 4-3-1-2. La certezza è il triangolo in attacco con Nainggolan alle spalle di Simeone e Joao Pedro. Non c’è capitan Ceppitelli, alle prese con una fascite plantare, e non ci sono nemmeno Birsa, Pellegrini e Ragatzu.

LA GARA, BRIVIDI E NERVOSISMO – Le due squadre si affrontano senza paura sin dai primi minuti di gioco.  All’8’ ci prova La Mantia ma la sfera viene deviata da Joao Pedro. Al 19’ il capitano Nainggolan ci prova dalla distanza, ma nulla di fatto. Penalty per il Cagliari al 29’: La Mantia impatta con le mani un cross di Cacciatore. Dal dischetto Joao Pedro non sbaglia ed è 1-0. I giallorossi provano subito a reagire allo svantaggio e al 35’ La Mantia cerca il pareggio, ma Olsen salva miracolosamente con il piede. Passano i minuti ma il risultato non cambia e i giallorossi fanno fatica a rendersi pericolosi sottoporta. Sono 4’ i minuti di recupero e si va a riposo con il gol di vantaggio per i padroni di casa. Si riparte con gli stessi undici iniziali e nel frattempo la pioggia continua a cadere copiosa sul manto erboso del Via del Mare. Subito pericolosi i giallorossi con Lapadula di testa ma, Olsen salva tutto. Al 55′ Nandez  prova il tiro e va vicino al raddoppio: destro incrociato che accarezza il palo. Al 67’ arriva il gol di Nainggolan: svarione difensivo dei giallorossi, il belga ne approfitta e col destro non lascia scampo a Gabriel. Al 78′ occasione per La Mantia, ma l’attaccante non inquadra lo specchio della porta da pochi passi. All’81’ arriva il rigore per il Lecce: Cacciatore prende il posto di Olsen e dice no ad un pallone diretto verso la porta ad opera di La Mantia. Nessun dubbio per l’arbitro: rigore e rosso. Lapadula dal dischetto non sbaglia. Doppia espulsione all’83’: fuori Olsen e Lapadula, discussione accesa tra i due dopo il penalty e il portiere colpisce duramente l’attaccante giallorosso e quest’ultimo reagisce. In pieno recupero al 91’arriva il pareggio dei padroni di casa: Calderoni di sinistro, assistito da Tachtsidis, silura Rafael. Dopo 7’ di recupero finisce 2-2: un punto a testa che muove la classifica, importante soprattutto per i salentini che sul finale hanno anche rischiato di vincerla.

Lecce-Cagliari 2-2, il tabellino

LECCE (4-3-1-2): Gabriel, Rispoli (87′ Dubickas), Rossettini (57′ Meccariello), Lucioni, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis,Tabanelli; Shakhov (69′ Farias); La Mantia, Lapadula. A disposizione: Vigorito, Bleve, Riccardi, Vera, Benzar, Gallo, Lo Faso, Dell’Orco, Imbula. Allenatore: Liverani.

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Cigarini, Rog (86′ Mattiello); Nainggolan (86′ Rafael); Joao Pedro, Simeone (76′ Ionita). A disposizione: Aresti, Pinna, Cerri, Oliva, Faragò, Deiola, Castro, Walukiewicz. Allenatore: Maran.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.

MARCATORI: 30′ Joao Pedro (C), 67′  Nainggolan (C), 82′ Lapadula (L), 90’+1′ Calderoni (L).

NOTE – Ammoniti: Lykogiannis (C), Rog (C), Petriccione (L), Farias (L). Espulsi: 81′ Cacciatore (C), 84′ Olsen (C) e Lapadula (L).

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 25 novembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *