Sticchi Damiani non ci sta: “Ci sono rimpianti e recriminazioni”

Il presidente del Lecce non ha dubbi: "Il rigore andava ripetuto, lo dice il regolamento"

By
Updated: novembre 10, 2019
L'avv. Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce - Foto Pinto

ROMA – Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ai microfoni di Sky nel post match ha detto la sua  sugli episodi arbitrali che hanno condizionato il 4-2 finale del match contro la Lazio:Ci sono rimpianti e recriminazioni. Il campo ha detto ben altro. Meritavamo molto di più. Il risultato -ha detto l’avvocato leccese- è profondamente determinato dalle scelte arbitrali con interpretazioni errate e cervellotiche del regolamento che hanno rovinato una prestazione eccellente del Lecce”.

IL GOL ANNULLATO A LAPADULA – “C’è la regola numero 14 lettera C che credo nessuno abbia ancora cambiato e che recita che in simili situzioni il rigore va fatto ripetere. Il designatore Rizzoli parla di prassi nel fischiare in questa direzione? Lo vada a spiegare ai 4.000 tifosi che ci hanno seguito all’Olimpico. Credo che con quest’eccesso di regole si stia rovinando il calcio andando a caccia di cavilli. Sarebbe più giusto dare maggior peso a ciò che dice il campo. Il caso di oggi è chiarissimo, o si cambia la regola o non c’è da dire altro“.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 10 novembre 2019

One Comment

  1. oronzo

    10 novembre 2019 at 20:20

    Parole sacrosante ha messo in crisi anche i commentatori di Sky il calcio non è prassi ma regole. E w il nostro presidente

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *