C’è il Sassuolo di De Zerbi: nove punti come il Lecce e una gara da recuperare

Dopo nove gare disputate la squadra di Reggio Emilia ha conquistato tre vittorie e sei sconfitte, non hai mai pareggiato

By
Updated: novembre 1, 2019
1200px-Ussassuolostemma.svg
1200px-Ussassuolostemma.svg

Lecce-Sassuolo, match in programma domenica alle 15:00 al Via del Mare

LECCE (di Carmen Tommasi) – Dalla Lega Pro alla serie A è un attimo o quasi, il Lecce rincontra l’acerrimo “nemico” Roberto De Zerbi, ma questa volta nel calcio che conta e non alla guida del Foggia, ma del Sassuolo. Quello del tecnico bresciano solitamente è un 4-3-3 tendente al 4-2-3-1: Caputo unica punta, Berardi e Boga larghi che si alzano o abbassano in continuazione. Poi l’onnipresente Djuricic e, dietro, la diga formata da capitan Magnanelli e Duncan. Gli schemi e i noiosi numeri lasciano il posto ai principi, i ruoli alle funzioni, ma ciò che non cambia mai è l’obiettivo: dominare il gioco attraverso il possesso del pallone. Per questo motivo, è complicato anche solo disegnare tatticamente la squadra di De Zerbi, che varia i propri sistemi di gioco a seconda dell’evenienze. Pare, però, che il trequartista, ad oggi, sia davvero un ruolo chiave nella sua tipologia di gioco.

La gara casalinga di mercoledì sera al “Mapei Stadium” contro la Fiorentina è terminata 2-1 per la squadra di Montella che rilancia così le proprie ambizioni europee: una partita a due facce. I neroverdi hanno la meglio sui viola per un tempo e vanno in vantaggio con una prodezza di Boga, poi calano vistosamente. Nella seconda frazione gli ospiti reagiscono e la chiudono, prima, con Castrovilli e, poi, con Milenkovic.

Una sconfitta quella dei prossimi avversari dei giallorossi che non ha dato seguito al successo ritrovato nel penultimo ultimo match sul campo del Verona in cui si erano risollevato in classifica, considerando anche la partita ancora da recuperare contro il Brescia. Dopo 9 gare disputate la squadra di Reggio Emilia ha conquistato tre vittorie e sei sconfitte, non hai mai pareggiato: nove punti in classifica a pari posizione con la squadra di Fabio Liverani, con 16 gol segnati e 18 subiti.

Se la difesa continua a traballare e lo ha fatto anche ieri nel turno infrasettimanale, centrocampo e attacco sono di alto profilo. Il Sassuolo può mettere in difficoltà con i suoi uomini qualsiasi retroguardia e mediana avversaria.

Occhio a Berardi, di gol ne ha fatti già sei, e a Caputo, tre marcature, ma non solo. Per la gara di Lecce Bourabia, Chiriches, Mazzitelli, Ferrari, Rogerio, Pegolo e Tripaldelli dovrebbero essere fuori.

De Zerbi, però, non molla e non si smentisce mai e ieri nel post match ha dichiarato: “Siamo diventati troppo rinunciatari, con troppa poca voglia di fare la partita. Dai centrali ai centrocampisti. Il Lecce? Incontreremo una squadra che gioca, dobbiamo andare anche noi lì a giocare”.  

Salite a bordo, perché ne vedremo sicuramente della delle: appuntamento domenica 3 novembre alle ore 15:00 al Via del Mare.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 1 novembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *