Milan-Lecce 2-2: le pagelle dei giallorossi

Falco stranamente non incide, Tachtsidis è troppo molle e Calderoni "inventa"

By
Updated: ottobre 20, 2019
74209844_2486546994912530_1571411452797911040_n
74209844_2486546994912530_1571411452797911040_n

MIlan-Lecce: 2-2

MILANO (di Carmen Tommasi) – Il Lecce, in rimonta, conquista un importante 2-2 sul Milan a “San Siro” in pieno recupero e si porta a sette punti in classifica. La rete del 2-2 è una prodezza di Marco Calderoni (LEGGI QUI).

Le pagelle:

Gabriel: Alti e bassi. Sporca una prestazione attenta con un errore di posizionamento in occasione del gol di Calhanoglu che la mette dentro sul suo palo. VOTO 6

Meccariello: Rieccolo. Ritorna titolare in un ruolo non suo e se la cava. Non è elegante nei movimenti, ma non demorde fino alla fine. VOTO 6.

Lucioni: Insomma. Giornata non positivissima per lo “zio”: ha qualche colpa sull’1-0 dei suoi e poi gioca d’esperienza. VOTO 5.5.

Rossettini: Distratto. Stesso discorso fatto per Lucioni, soffre e non poco gli attacchi degli avversari: da lui ci si aspetta qualcosina in più. VOTO 5.

Calderoni: “Gollazzo”, un motorino. Un giocatore importante per gli equilibri difensivi del Lecce ed anche in fase di spinta. Il gol è solo il coronamento della sua generosità VOTO 7.

Tabanelli: Generoso. Un grande lottatore in una gara difficile, non molla mai la “presa”. VOTO 6.

Tachtsidis: Compassato e impreciso. Deve crescere dal punto di vista fisico ed anche in fase di costruzione del gioco. Siamo in serie A. VOTO 5.

Majer: Spento. Non è lucido come ad inizio campionato ed è sempre costretto a rincorrere i “colleghi” avversari, senza molto successo. VOTO 5. (dal 63’ Petriccione: Ok. Decisamente meglio di Majer: con lui i giallorossi riescono a gestire con più facilità la manovra e ad essere meno prevedibili. VOTO 6.5).

Mancosu: Indeciso. Gara difficile per il capitano giallorosso che fa fatica ad incidere tra le linee. Quando lui non è in “palla”, il Lecce ne soffre. VOTO 5.5.

Falco: Non incide. Gioca solo un tempo e lo fa senza lasciare il segno, facendo imbestialire, e non poco, Liverani. VOTO 5. (dal 1’ st Farias: Brillante. Fa bene in avanti ed infastidisce gli avversari, generoso anche in fase di ripiegamento. VOTO 7).

Babacar: Deciso. Un giocatore che può e sa fare la differenza, seppure con poca continuità. Si fa parare un rigore, ma poi trova su ribattuta il tap-in vincente. VOTO 6. (dall’81′ Lapadula s.v.).

Allenatore Liverani: Senza paura. Viene espulso per proteste e non fa in tempo a godersi la “delizia” di Calderoni. Un Lecce a due facce: molto male nel primo tempo con numerosi errori “tecnici” e con poca personalità di palleggio, ma poi nella ripresa i suoi giocano a “calcio£, senza timori, e arriva il pareggio. Un punto d’oro. VOTO 6.  

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 20 ottobre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *