Il prossimo avversario: la Roma, a Lecce per riscattare il k.o. con l’Atalanta

La "magica" ha come obiettivo stagionale dichiarato la Champions League, con il quarto posto in classifica e la media di due punti a partita

By
Updated: settembre 27, 2019
index
index

Lecce-Roma, match in programma domenica alle 15 al Via del Mare

LECCE (di Carmen Tommasi)– Nel segno del giallo e del rosso: due colori caldi, passionali e carichi di storia, di amore e di sorrisi per due città, o meglio per due squadre, Lecce e Roma che se la vedranno domenica al “Via del Mare” per la sesta giornata di campionato.

Il tecnico Fabio Liverani, e il suo vice, Manuel Coppola “romani de Roma” incontreranno la squadra di Paulo Fonseca con l’obiettivo di fare bella figura e magari anche di batterla, facendo il colpaccio davanti al pubblico amico.

BRUTTO K.O. – I prossimi avversari dei salentini dopo le tre vittorie consecutive tra Europa League e campionato speravano di calare il poker in Roma-Atalanta, ma così non è stato e sono stati battuti 2-0 all’Olimpico dalla squadra di Gasperini. Zapata entra e segna, al colombiano bastano dieci minuti per sbloccare la sfida della quinta giornata di serie A. Raddoppio di de Roon nel finale con la Roma completamente ferma. Bocciata la difesa a tre di Fonseca con Kolarov centrale più Florenzi e Spinazzola esterni, vista per oltre un’ora dopo un iniziale 4-2-3-1. Primo k.o. in campionato per i giallorossi, merito soprattutto dell’Atalanta abile nel pressing alto e nel concratizzare le occasioni avute.

PENSIERI STUPENDO – La “magica” ha come obiettivo stagionale dichiarato la Champions League, con il quarto posto in classifica e la media di due punti a partita. Da quattro anni la squadra della capitale non cominciava così forte in campionato e i risultati, dopo le prime deludenti uscite, non sono per niente casuali. Dopo 5 giornate hanno conquistato otto punti, grazie a due vittorie, due pareggi e una sconfitta: 10 gol segnati e 9 subiti.

IL GIOCO – Tralasciando i freddi numeri che sono, però, parte integrante del calcio quella del portoghese è sempre più una Roma con il suo marchio di calcio, ma che si adatta all’avversario senza nessun tipo di staticità tattica: tante nuove idee come il terzino bloccato e i movimenti degli esterni. I rinforzi estivi, come Mkhitaryan e soprattutto Veretout, con Smalling che ieri è partito titolare, hanno migliorato la qualità e la sostanza della squadra, consentendo a Lorenzo Pellegrini di giocare da trequartista a supporto dell’immancabile Dzeko. Fischio d’inizio alle ore 15:00 per una partita molto attesa e che dalle premesse sembra già essere uno “spettacolo” da non perdere per nessunissima ragione.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 27 settembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *