La Spal: la scheda. Grave infortunio per D’Alessandro: avanti con il 3-5-2

Tre punti in classifica, come il Lecce, per la squadra di Leonardo Semplici. Il modulo base è il 3-5-2

By
Updated: settembre 24, 2019
SPAL-800x387-n8gzyk6r8n82qng11b7v21x92u5971z6420lg4nrpc
SPAL-800x387-n8gzyk6r8n82qng11b7v21x92u5971z6420lg4nrpc

Spal-Lecce, match in programma domani alle ore 21:00 al “Paolo Meazza”

LECCE (di Carmen Tommasi) – Nemmeno il tempo di rifiatare e si ritorna subito in campo per il turno infrasettimanale di campionato: per la quinta giornata c’è Spal-Lecce allo stadio “Paolo Meazza” di Ferrara, con fischio d’inizio alle ore 21.

I biancazzurri non hanno incominciato la stagione nel migliore dei modi: hanno subito due sconfitte consecutive contro Atalanta e Bologna prima della sosta. Alla ripresa del campionato è arrivato l’importantissimo successo contro la Lazio per 2-1. La squadra di Leonardo Semplici ha scalato così qualche posizione ottenendo i primi 3 punti in classifica.

Nell’ultima gara in casa del Sassuolo c’è stato lo show degli uomini di Roberto De Zerbi, squadra che gioca un bel calcio, che ne ha rifilate ben tre reti ai malcapitati estensi: un super Caputo, in gol al 26′ e al 47′ del primo tempo, indirizza la partita già nella prima frazione. Nella ripresa Duncan firma il tris con un gol al 47’.

Dopo 4 gare disputate i prossimi avversari dei giallorossi hanno segnato 4 gol e ne hanno subiti 8, in classifica sono appaiati a tre punti insieme a Lecce, Udinese, Samp e Parma.

La squadra della città di Ferrara si affida al 3-5-2 che rimane il modulo di riferimento. Il tecnico pare stia lavorando sul raggiungimento di un obiettivo ben preciso: evitare di incorrere di nuovo nei problemi mostrati nelle prime giornate, quando i reparti si sono presentati eccessivamente allungati, finendo per concedere spazio alle ripartenze degli avversari. È lì che Semplici vuol insistere, è da lì che la Spal deve ripartire per migliorare.

Rispetto alla scorsa stagione non ci sono grosse novità nel reparto avanzato. La coppia Floccari-Petagna è ormai una certezza. C’è anche il rientrante Gabriele Moncini, che ha disputato una grande seconda parte di campionato in serie B in prestito al Cittadella sfiorando la promozione e segnando 15 reti in 22 presenze compresi i play Off. Adesso vuole incidere anche in massima serie. Stesso discorso vale per Alberto Paloschi che cerca continuità di rendimento e di gol, decisamente mancatigli nella passata stagione.

In mediana Sala potrebbe “sfilare” il posto a Reca. In difesa ci potrebbe essere più l’ex Lecce Tomovic che Felipe, mentre a centrocampo Murgia dovrebbe vincere ancora il ballottaggio con Valoti. Davanti Petagna al fianco di Di Francesco. Non ci sarà D’Alessandro come laterale di destra del centrocampo a cinque, sostituito nel match di domenica per un brutto infortunio al ginocchio destro (possibile rottura del legamento crociato, oggi ne sapremo di più).

Serve fame e unione d’intenti per due squadre che se vogliono fare bene devono mettere l’impegno e la corsa oltre l’ostacolo: benvenuti, sarà questa Spal-Lecce.

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 24 settembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *