Un Lecce bello di sera fa lo sgambetto al Toro

La squadra di Fabio Liverani batte 2-1 quella di Walter Mazzarri: decisivo il gol di capitan Mancosu nella ripresa, brivido Var nel finale

By
Updated: settembre 16, 2019
c
c

Torino-Lecce: 1-2

TORINO (di Carmen Tommasi) – Avanti così: colpaccio del Lecce a Torino. I giallorossi battono 2-1 i granata e tornano nel Salento con la prima vittoria stagionale. Apre la partita Farias al 35’: 0-1, primo centro stagionale per il brasiliano e primo gol dei giallorossi in campionato. Nella ripresa accorcia su penalty Belott,i al 57’, ed è 1-1. Capitan Mancosu segna l’1-2, al 73’, e riapre la partita. Finale vietato ai deboli di cuore con l’on field review del Var per un presunto rigore per i padroni di casa, al minuto numero 101, poi non concesso. Finisce 2-1 per gli uomini di Liverani che, nella prossima giornata ospiteranno il Napoli, domenica 22 al “Via del Mare”. Tre punti fondamentali per i salentini per il morale e per la classifica.

LE SCELTE E LE SORPRESE – Mazzarri lascia fuori Zaza e nel 3-5-2 in avanti ci sono Belotti e Berenguer. De Silvestri si schiera sulla corsia destra e Aina a sinistra. Davanti a Sirigu spazio a Izzo, Djidji e Bonifazi. In casa giallorossa non ci sono Meccariello, Imbula, Dell’Orco, Fiamozzi e Lo Faso. C’è qualche novità nel 4-3-1-2 di Liverani: davanti ci sono Farias e Lapadula, con Falco a supporto. Fuori Mancosu. Calderoni torna titolare in difesa a sinistra; a destra c’è Rispoli. A centrocampo spazio a Tabanelli, Tachtsidis e a Majer.

LA GARA, DECIDE MANCOSU – Partono benissimo gli ospiti e dopo 30 secondi Rispoli crossa dalla destra e Izzo salva di testa anticipando Lapadula. Poco dopo, al 2’, tentativo di Lapadula con il mancino dal limite, ma la sfera viene deviata in corner. All’8’ buona idea di Belotti dalla sinistra che cerca Berenguer, ma lo spagnolo non fa in tempo ad agganciare la palla. Crescono i piemontesi e Liverani chiede ai suoi di pressare gli avversari. Al 18’ tiro di Belotti dal limite di sinistro, ma la conclusione non ha fortuna. I ritmi del match sulla mezz’ora sono molto alti. Problemi per Sirigu, dopo lo scontro fortuito con Lapadula in uscita. Si scaldano per precauzione Samir Ujkani e l’ex Antonio Rosati. Bella azione del Lecce e gol di Farias: apertura di Majer, Falco tira, Sirigu para e la sfera termina sui piedi del brasiliano che la spinge in rete al 35′: 0-1. I giallorossi galvanizzati dal gol giocano meglio e lottano su ogni palone. Al 43’ ci prova Rincon con un destro da fuori, da posizione leggermente defilata, ma la palla finisce molto lontana dal palo protetto da Gabruel. In pieno recupero De Silvestri cerca il pareggio, ma nulla di fatto. Dopo 2’ di recupero si va a riposo con una rete di scarto per i salentini, vantaggio meritato. Mister Mazzarri inserisce Zaza dal primo minuto al posto di Berenguer, mentre Liverani non cambia nulla. Parte più volenteroso il Toro che cerca di alzare il baricentro e la rete del vantaggio. Annullato un gol, al 52’, a Belotti per fuorigioco. Giallo per Tabanelli che atterra Zaza al 55’ ed è rigore: dal dischetto va capitan Belotti che non sbaglia: 1-1. Doppio cambio per i giallorossi entra Mancosu per Farias, esce Lapadula per Babacar. Con il passare dei minuti dopo il pareggio i salentini rientrano in partita.  Mancosu va in verticale per Babacar in area: Izzo decisivo in scivolata nel rimpallare il suo diagonale. Al 69’ Tachsidis cerca il tiro, ma non si coordina bene e fa come meglio può. Poco dopo ci riprova a giro, ma non inquadra lo specchio della porta. Osa Mazzarri e fa entrare Verdi al posto di Baselli al 72’. Tap in vincente di Mancosu al 73’, dopo il tiro respinto da Sirigu a Calderoni, ed è 2-1. Otitmo Sirigu al 77’ nel negare la gioia del gol a Babacar. Al 78’ contropiede dei padroni di casa con Zaza e Belotti contro un solo giocatore giallorosso: diagonale del numero granata in area deviato dal portierone giallorosso in corner. Passano i minuti e gli uomini di Liverani sono sempre in vantaggio per 2-1. Le squadre sembrano stanche e si perdono le distanze tra i reparti, ma i giallorossi sembrano più vivi rispetto ai padroni di casa e attaccano fino alla fine. Bravissimo Gabriel al 90’ che salva tutto sulla rovesciata di Verdi, deviata da Lucioni.  In pieno recupero ci si affida al Var: l’abbraccio tra Rispoli e Belotti c’è, ma è da valutare se quest’ultimo si lascia cadere o meno. Decide Giuia: non è rigore. Quattro minuti di recupero e poi i giallorossi possono esultare per i primi tre punti, meritati, in campionato.

Torino-Lecce 1-2: il tabellino

Marcatori: 35′ Farias (L), 58′ rig. Belotti (T), 73′ Mancosu (L)

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Bonifazi; De Silvestri (80′ Laxalt), Baselli (72′ Verdi), Rincon, Meité, Ola Aina; Berenguer (46′ Zaza), Belotti. All. Mazzarri

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Tabanelli, Tachtsidis, Majer (81′ Shakhov); Falco; Lapadula (63′ Babacar), Farias (63′ Mancosu). All. Liverani 

Ammoniti: Rossettini (L), Lucioni (L), Berenguer (T), Lapadula (L), Tabanelli (L), Rispoli (L)

Arbitro: Antonio Giuia di Olbia.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 16 settembre 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *