Liverani prende per mano il Lecce: “L’entusiasmo non deve mai mancare. L’Hellas? Gara difficile, ma alla nostra portata”

I giallorossi per la seconda di campionato ospitano al "Via del Mare" il Verona, fischio d'inizio ore 20:45. Arbitra Sacchi di Macerata

By
Updated: agosto 31, 2019
IMG-20190831-WA0032
IMG-20190831-WA0032

Fabio Liverani, allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Vuole un Lecce tosto, con carattere, grintoso e con spirito di sacrificio, una squadra in cui il gruppo deve fare la differenza. Fabio Liverani presenta così la sfida di domani sera al “Via del Mare” con l’Hellas Verona, un avversario alla portata dei giallorossi in una gara, la seconda di campionato, in cui bisognerà cercare subito i tre punti: “Domani sarà una gara molto fisica, il Verona fa dei duelli il suo punto di forza. Mi aspetto un avversario con tanta aggressività e ben organizzato. Vengono da una grandissima prova con il Bologna e anche quando sono rimasti in inferiorità hanno concesso poco. Sarà una partita difficile, ma -ha dichiarato il tecnico romano- alla nostra portata. Quello che vorrei è alzare il minutaggio, stare nella partita e non concedere quello che abbiamo concesso all’Inter. La nostra forza in questi anni è stato sempre il gruppo, è da li che abbiamo costruito le fondamenta di quello che abbiamo fatto. E, deve essere ancora così”.

Cosa pensa, più nello specifico, del Verona di Ivan Juric?

“Si tratta di una diretta concorrente, una squadra alla nostra portata, anche se poi io penso che si debba cercare di andare a rosicchiare dei punti anche con quelle squadre che non fanno parte della cerchia di quelle che si devono salvare. Domani anche il clima che ci sarà attorno a noi sarà a nostro vantaggo, ovviamante anche lo stadio dovrà essere uno stimolo. Ma occhio: la gente non porta punti e siamo noi, come sempre, a doverli portare dalla nostra parte.  Non si prescinde dalla prestazione che, poi, crea entusiasmo”.

Come sta la sua squadra?

“Mancosu e Shakhov hanno una settimana di allenamento in più, anche se nessuno dei due può avere i 90 minuti nelle gambe. Vorrei alzare il minutaggio di gioco rispetto a una settimana fa. Benzar anche è pronto per entrare in campo.  Gli undici titolari? Vedremo…”.

Capitolo calciomercato: oggi è arrivato il centrocampista Giannelli Imbula, serve anche un attaccante?

Il suo arrivo chiude il cerchio delle caratteristiche per il centrocampo. Avevamo bisogno di un elemento con le sue doti, ovvero fisicità, dinamicità ed esperienza. Sta a noi adesso metterlo nelle condizioni migliori per esprimersi. Lui poi dovrà fare il suo e dimostrare di poter essere quello che è stato nel periodo più importante della sua carriera. Attediamo un attaccante? Non compriamo tanto per comprare, ma cerchiamo l’elemento giusto che rispecchi determinate caratteristiche e profili. Ci guardiamo intorno, ma acquistare non deve essere un’ossessione. I nomi che sono usciti? Non dipendono da me”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 31 agosto 2019

One Comment

  1. andrea

    1 settembre 2019 at 23:02

    squadra da primato in serie b,purtroppo la serie a di questi ultimi anni molto complicata,tutte la squadre sono piu forti,nostro attacco non incide e la difesa trema spesso,si aggiunge anche la tegola del calendario,giocare la prossima a torino e poi dopo in casa con il napoli e una batosta …dura davvero,forza lecce comunque vada!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *