Lecce, continuano le presentazioni: ecco Rossettini e Gabriel

By
Updated: luglio 12, 2019
Rossettini e Gabriel

LECCE – Prosegue il giro di presentazioni dei nuovi calciatori del Lecce; nella sala stampa Sergio Vantaggiato, al Via del Mare, è toccato al portiere brasiliano Gabriel Vasconcelos Ferreira, 26 anni, che arriva da svincolato dal Perugia e Luca Rossettini, difensore centrale in arrivo a titolo definitivo dal Genoa.

A fare gli onori di casa il direttore Mauro Meluso:“Entrambi sono vengono da storie differenti, ma sono accomunati da una grande voglia di rivincita, così come abbiamo fatto anche l’anno scorso abbiamo puntato sulle motivazioni. Gabriel ha avuto un primo impatto con la Serie A quando era al Milan. Di Rossettini, invece, ho avuto modo di apprezzarne le qualità tecniche e morali durante la mia esperienza al Padova”

Gabriel

Gabriel

GABRIEL – “Vengo a Lecce con tanta ambizione e un po’ di rabbia; quando arrivai al Milan ero giovane, dopo ho fatto un po’ di esperienza, ed in questo momento, che è il più importante della mia carriera devo fare sempre meglio. – Afferma Gabriel – L’anno scorso il Lecce mi fece una buona impressione e si notava che avrebbe potuto vincere. Non vedo l’ora di calarmi nel progetto tecnico di Liverani. Lui vuole che l’azione sia avviata sin dalla linea difensiva, il portiere nel calcio di oggi è un calciatore aggiunto. Vigorito? Lo conoscevo già, è un ragazzo molto disponibile, il nostro rapporto credo sarà positivo. La Serie A è un campionato difficile, ma se il Lecce confermerà la compattezza della passata stagione faremo bene, e un grande apporto ce lo daranno i tifosi. Tachtisidis?L’ho sentito – conclude il portiere brasiliano – mi ha parlato bene di Lecce, ma avevo già le idee chiare. Questo progetto era quello che volevo”.

Luca Rossettini

Luca Rossettini

ROSSETTINI – “Mi rimetto in gioco, come ogni anno. Nella mia vita non mi sono mai accontentato, ho sempre accettato le nuove sfide. Le parole lasciano il tempo che trovano, bisogna dimostrare tutto sul campo ed in ogni allenamento. Il mio ruolo? Sono a completa disposizione del mister e della squadra, anche se il mio ruolo naturale è quello di centrale di difesa. Nella maggior parte della mia carriera ho giocato in un sistema difensivo a 4, anche se nelle ultime stagioni ho sono stato impiegato in una linea a 3”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 12 luglio 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *