Fermi tutti: Liverani non si tocca

Il tecnico romano ha un contratto con il club di Via Colonnello Costadura fino al 30 giugno del 2022

By
Updated: maggio 26, 2019
IMG-20190512-WA0256
IMG-20190512-WA0256

Fabio Liverani, allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Due fantastiche e meritate promozioni di fila alla guida del Lecce per Fabio Liverani, insieme al suo fedele e fidato staff tecnico, ed è subito esploso l’amore infinito, e la stima, per il tecnico romano. L’ex centrocampista di Lazio e Palermo, 43 anni, arrivato nel Salento tra lo scetticismo generale, dopo una bella salvezza messa in cassaforte sul filo del rasoio da allenatore della Ternana, ha subito conquistato il cuore e la fiducia degli allora timorosi tifosi salentini.

Era il 17 settembre del 2017 quando è subentrato al dimissionario Roberto Rizzo sulla panchina giallorossa, la squadra allora era in serie C e, forse, lui stesso mai avrebbe pensato che in meno di due anni si sarebbe trovato insieme ai suoi “guerrieri” in massima serie.

E adesso, il mister di ferro, ma dal cuore “tenero”, sembrerebbe fare gola a qualche panchina di serie A, in particolare alla Lazio del patron Claudio Lotito, tutto questo in caso di addio di Simone Inzaghi proiettato verso la Juventus (anche se la società laziale sta seguendo con insistenza anche Roberto De Zerbi).

Il calciomercato, si sa, è tutto il contrario di tutto e questa voce, che al momento è soltanto una voce, ha messo in seria apprensione i tifosi leccesi, nonostante lo scorso 26 aprile Liverani abbia prolungato di 2 anni, fino al 2022, il contratto con il club di Via Colonnello Costadura, proprio alla vigilia del big match con il Brescia. Il mister in quell’occasione aveva dichiarato: «Sono felice di poter programmare qualcosa di importante in una società che, posso dire, è cresciuta con me». Niente paura, quindi, il camaleontico tecnico vuole il Lecce e dovrebbe restare a Lecce. E sicuramenre, anche in questo caso, sarà orgoglioso ed emozionato per l’affetto dei suoi caldi supporter salentini.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 26 maggio 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *