Palermo-Lecce 2-1: le pagelle dei giallorossi

Falco non si ferma davanti a niente, Tachtsidis non sfigura e La Mantia è sempre generoso

By
Updated: marzo 2, 2019
52855212_515144225560442_3420314824125448192_n

52855212_515144225560442_3420314824125448192_nLECCE (di Carmen Tommasi) – Il Palermo si aggiudica il big match della 27^ giornata di Serie B. Al “Barbera” i rosanero battono 2-1 il Lecce e si portano a 3 punti alla capolista Brescia, sconfitta in casa dal Cittadella. La sblocca Trajkovski, al 3′, che la infila all’angolino. Poi sale in cattedra Brignoli, che nega il pareggio a Falco prima e La Mantia poi. Il raddoppio rosanero arriva, al 53′, e lo segna Puscas. In pieno recupero Tabanelli mette a segno l’inutile 2-1 (LEGGI QUI).

Le pagelle:

Vigorito: Ne prende due, ma poteva fare qualcosina in più solo sull’1-0. Per il resto, non sfigura e aiuta i suoi a non subire un risultato ancora più “pesante”. VOTO 6.

Venuti: Spinge tanto in avanti e lascia spazi agli avversari, ma non fa malissimo. Nella ripresa perde in ritmo ed in intensità. VOTO 5.5.

Lucioni: In difficoltà. Soprattutto quando si addormenta sul velo di Chochev e diventa l’assist per il gol del 2-0 del Palermo. VOTO 5.5.

Meccariello: Puscas lo supera senza troppe difficoltà e batte Vigorito per il 2-0. Una partita per niente impeccabile per lui. VOTO 5.

Calderoni: La buona volontà non gli manca, ma l’imprecisione nei cross è da copione. Prestazione, comunque, generosa. VOTO 5.5.

Haye: Sembra la bella copia del giocatore visto al “Tombolato”: parte diesel, ma poi cresce alla distanza ed è utile alla costruzione del gioco nel centrocampo giallorosso. VOTO 6. (dal 61’ Tabanelli: Al 93’ inventa un gol di destro a giro che è un belvedere, ma quanto fatto prima è davvero da dimenticare, con mister Liverani che lo riprende in più di un’occasione VOTO 5.5).

Panagiotis Tachtsidis

Panagiotis Tachtsidis

Tachtsidis: Fa il suo e si comporta abbastanza bene. Recupera tantissismi palloni e fa ripartire il gioco. Non male, anzi. VOTO 6.

Majer: Meno bene rispetto alla gara con il Verona: è in ritardo nella chiusura su Trajkowski nell’azione del vantaggio dei padroni di casa. Ma, in silenzio, fa comunque il suo. VOTO 6. (dall’88 Saraniti s.v.).

Mancosu: Partita da vero capitano: si sacrifica per il bene della squadra. Poi esce perché, forse, non ancora al top. VOTO 6 (dal 61′ Tumminello: Chi l’ha visto? Non fa nulla per farsi notare. VOTO 5).

La Mantia: Utile alla squadra, sempre e comunque anche quando non segna. Oggi ne poteva siglare almeno due, ma Brignoli era in giornata super. VOTO 6.5.

Falco: Un signor giocatore: saremo ripetitivi, ma è così. Un elemento in grado di fare la differenza anche in una partita difficile come quella con i siciliani. Brignoli gli para l’impossibile. VOTO 6.5.

Allenatore Fabio Liverani: L’approccio al match non è stato dei migliori, ma la reazione è stata buona. C’è da dire che Brignoli era in giornata di grazia. I cambi, però, sono serviti davvero a poco. VOTO 6.

 

 

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 2 marzo 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *