Liverani sorride: “Siamo salvi, soffrire è nel nostro dna”

By
Updated: febbraio 26, 2019
Fabio Liverani

LECCE – Il Lecce batte 2-1 il Verona e dimentica la sonora sconfitta di 4-1 con il Cittadella. Queste le parole del tecnico giallorosso, Fabio Liverani, nel post match. Vittoria che regalato la matematica salvezza in serie B ai giallossi (41 punti in condominio con il Pescara):  “Abbiamo 41 punti in classifica, siamo una neopromossa e dobbiamo tutti vivere di positività. Siamo una squadra giovane, nuova e che sta crescendo. Non parliamo però  di sofferenza,  mi sembra esagerato, è evidente che Vigorito è  stato ingannato  dalla traiettoria che il vento ha dato al pallone. Anche se soffrire è nel nostro dna. Ricordo che a luglio alcuni di voi avrebbero messo la firma con il sangue per questo traguardo –ha spiegato Liverani-, ma ci siamo salvati il 26 febbraio”.

E SONO 10 – “La Mantia? Adesso è il suo momento, è in condizione ottimale, ma nel corso della stagione tutti daranno il proprio contributo. Mancosu e Falco? Non lo dite a me che Marco è straordinario e se a Cittadella non ha giocato è perché non stava bene. Pippo, invece, poteva fare un pochino meglio nell’ultimo passaggio. Majer? Lui è un elemento che ci serviva, ha un altro passo, sicuramente crescerà. Tachtsidis? Deve alzare il ritmo, ha avuto un inizio soft, ma non dimentichiamo che viene da sei mesi di inattività”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 26 febbraio 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *