Pazzo Lecce: fa 3-2 in rimonta al Livorno

Vittoria casalinga importantissima per i giallorossi in pieno recupero, gli amaranto finiscono la gara in nove. Il bomber La Mantia con una doppietta è l'uomo partita, insieme a capitan Arrigoni

By
Updated: febbraio 17, 2019
52090428_1490809704387840_3703720349980950528_n
52090428_1490809704387840_3703720349980950528_n

Capitan Andrea Arrigoni

LECCE (di Carmen Tommasi) – Al Via del Mare un “folle” Lecce recupera il doppio svantaggio di 0-2 sul Livorno e si porta sull’incredibile 3-2 finale. Al 31’, nel miglior momento dei giallorossi, passano in vantaggio gli amaranto con Bogdan. Al 37’ l’esperto Diamanti raddoppia e manda in bambola Vigorito e soci. Accorcia le distanze La Mantia al 16’ della ripresa. Al 18’ i padroni di casa restano in superiorità numerica per l’espulsione di Fazzi. Il 2-2 arriva grazie a capitan Arrigoni che fa letteralmente esplodere di gioia lo stadio leccese. Ma La Mantia , in pieno recupero, segna il gol vittoria: 3-2 finale ed il Lecce vola sempre più in alto. Quarto in classifica con 38 punti (con una gara da recuperare), a meno 5 dalla capolista Brescia.

IN CAMPO, CHE ASSENZE – Gli amaranto devono fare a meno di Agazzi e di Di Gennaro squalificati: in campo in difesa spazio a Gonnelli, Bogdan e Boben. Mister Roberto Brera schiera i suoi con il solito e collaudato 3-4-1-2. Fabio Liverani oltre a Lucioni squalificato, Scavone e Bovo infortunati, non rischia nemmeno Mancosu (acciaccato e va in tribuna). Per il centro della difesa ci sono Marino e Meccariello, mentre a centrocampo dà forfait anche Petriccione. Giocano Arrigoni, Tachsidis e Tabanelli. In attacco Falco dietro alle due punte La Mantia e Palombi.

IL MATCH: È “REMUNTADA” – Le due squadre hanno subito la voglia di fare bene e si danno battaglia sin dai primi minuti di gioco, con continui capovolgimenti di fronte. Nessuna azione degna di nota, però, fino al 13’ quando Calderoni inventa per La Mantia che di testa la spedisce di poco alto. Al 15’ è sempre La Mantia ad andare vicino alla rete del vantaggio, ma nulla di fatto anche in questa occasione. Spinge il Lecce e gli amaranto si difendono. Al 19’ da posizione defilata ci prova Giannetti, ma il tiro è debole e non ha nessun successo. Scorre il cronometro, ma il risultato è sempre inchiodato sullo zero a zero. Al 31’ passano in vantaggio gli ospiti: Tabanelli “liscia” un pallone a centrocampo, gli avversari ne approfittano, la sfera arriva a Bogdan che sigla lo zero a uno. Il Lecce “cede” ed ecco che arriva al 37’ anche il doppio vantaggio dei toscani: Diamanti, dopo un colpo di tacco di Giannetti, supera Vigorito ed il “Via del Mare” rimane agghiacciato. I giallorossi provano timidamente a reagire, ma non vedono lo specchio della porta. Dopo 1’ di recupero si va a riposo sul 2-0 per gli ospiti. Due cambi ad inizio ripresa, uno per parte. Per i padroni di casa fuori Tabanelli, dentro Tumminello. Per gli ospiti esce Mazzoni, entra Zima.  I salentini sotto di due gol cercano di fare la differenza, ma gli ospiti si chiudono bene e l’attacco leccese non riesce ad affondare. Al 16’ della ripresa i giallorossi accorciano: Andrea La Mantia supera Zima, su assist di Arrigoni, ed è 1-2. Al 17’espulso Fazzi per doppia ammonizione per un fallo su Falco. La formazione di Liverani alza il baricentro e cerca disperatamente il pareggio. Al 34’ arriva il meritato 2-2 del Lecce: segna Andrea Arrigoni a coronamento di una prestazione importante. Primo gol in giallorosso per il centrocampista e decimo in carriera. In pieno recupero La Mantia, invitato da Haye, sigla il gol vittoria: è 3-2 finale e solo tanti sorrisi per Vigorito e compagni. Espulso anche Diamanti nel finale per un fallo su Arrigoni. Grande vittoria, da cardiopalma, per gli uomini di Liverani e la classifica sorride, sempre di più.

Lecce-Livorno 3-2: il tabellino

Marcatori: 31′ Bogdan (Li), 37′ Diamanti (Li), 61′ La Mantia (Le), 79′ Arrigoni (Le), 93′ La Mantia (Le).

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Meccariello, Marino, Calderoni; Tabanelli (46′ Tumminello), Tachtsidis (83′ Haye), Arrigoni; Falco; Palombi (83′ Saraniti), La Mantia. All. Liverani.

Livorno (3-4-1-2): Mazzoni (46′ Zima); Boben, Bogdan, Gonnelli; Kupisz, Rocca (67′ Eguelfi), Luci, Fazzi; Diamanti; Raicevic (58′ Salzano), Giannetti. All. Breda.

Arbitro: Massimi di Termoli.

Ammoniti: 10′ Gonnelli (Li), 41′ Arrigoni (Le), 57′ Fazzi (Li), 70′ Giannetti (Li), 89′ Falco (Le).

Espulsi: 63′ Fazzi (L), 94′ Diamanti (L).

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 17 febbraio 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *