Palombi vuole il Lecce: “Il mio obiettivo è restare. Il Livorno? Vogliamo i tre punti”

By
Updated: febbraio 14, 2019
Palombi
Palombi

Simone Palombi, attaccante U.S. Lecce

LECCE – “Sono contento di aver segnato lunedì scorso a Venezia ed aver contribuito a portare a casa un pareggio importante su un campo difficile. Con quella rete ho eguagliato il record di otto reti raggiunto a Terni. Ora il mio obiettivo è la doppia cifra, non voglio fermarmi”: queste le parole di Simone Palombi che, nella gara con il Venezia, ha siglato l’1-1 finale e l’ottavo centro stagionale.

AVANTI TUTTA –  L’attaccante romano, 22 anni, ha parlato poi del match contro la squadra di Walter Zenga di lunedì sera:  “Nell’ultima gara abbiamo affrontato una squadra ostica che fa della compattezza la sua forza, noi siamo stati bravi a metterli sotto e meno bravi nella gestione da un punto di vista tecnico. Mister Liverani? Gli devo gran parte del mio inizio di carriera. Lui è stato il primo a credere in me a Terni e per questo lo ringrazio. Adesso, mi sta aiutando a crescere sotto tutti i punti di vista e a lui devo tanto. La squadra ha grandi potenzialità, esprime il suo gioco molto bene. In alcune situazioni forse manchiamo di lucidità ma su questo ci stiamo lavorando“.

LA PROSSIMA – Domenica pomeriggio, alle ore 15:00, i giallorossi affronteranno il Livorno al “Via del Mare”: “Il Livorno? Sarà una squadra totalmente differente rispetto alla gara d’andata. Vengono da una striscia importante di risultati utili e vorranno proseguire, ma noi faremo di tutto per ottenere i tre punti. Ci sarà da spettare e avere pazienza. Il mio cartellino appartiene alla Lazio. In questo momento, sincerante, non ci penso, sono solo concentrato a godermi questa avventura in una città e in una società fantastica. Il mio obiettivo è rimanere qui anche nella prossima stagione, anche se è presto per parlare di queste cose. A  gennaio sono arrivati Tachtsidis e Tumminello che hanno alzato il valore tecnico della squadra, ci potranno dare una mano per raggiungere grandi traguardi. La concorrenza fa bene, perchè fa crescere”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 14 febbraio 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *