Palombi risponde a Citro: il Lecce fa 1-1 a Venezia

La formazione di Liverani sale al quarto posto in condominio con il Pescara ad una lunghezza dal Benevento, terzo in classifica

By
Updated: febbraio 11, 2019
52104921_499505440876557_1087925970674909184_n

VENEZIA (di Carmen Tommasi)Il monday night al “Penzo” tra Venezia e Lecce termina 1-1. Succede tutto nella ripresa: apre Citro al 50’, ma due minuti dopo Palombi pareggia i conti. Un punto a testa per le due squadre al termine di un secondo tempo molto acceso combattuto, a dispetto del primo molto più “stitico”. Continua il rendimento positivo per i salentini in trasferta: cinque vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte lontano dalle mura amiche del “Via del Mare”. Il Lecce, con questo pareggio, sale al quarto posto in compagnia con il Pescara ad una sola lunghezza dal Benevento, terzo in graduatoria.

IN CAMPO – Per il Venezia Domizzi e l’ex Di Mariano sono squalificati. I padroni di casa giocano con il 4-3-3: tridente d’attacco formato da Lombardi, Bocalon e Citro. Out  Scavone e Bovo per gli ospiti. Solito 4-3-1-2 per Liverani con Mancosu trequartista, mentre La Mantia e Palombi formano la coppia d’attacco.

La Mantia e Palombi, foto Anza e Marco Lezzi

La Mantia e Palombi, foto Anza e Marco Lezzi

LA GARA, TUTTO IN DUE MINUTI – Parte subito forte la squadra di Liverani che prova subito ad impensierire Vicario. Cross di capitan Mancosu dalla destra al 3’, Vicario copre bene e blocca il pallone. I lagunari giocano molto bassi e cercano di ripartire da dietro. All’8’ dalla distanza ci prova Garofalo, ma la sfera termina di poco fuori. Al 10’ Citro mette in mezzo il pallone, ma scivola e il cross è poco preciso: Vigorito c’è. Bella partita con le due squadre che hanno la giusta voglia per fare la differenza. Al 14’ bellissima giocata corale dei giallorossi, la sfera termina su Tachtsidis che conclude da fuori, ma viene deviata ed è calcio d’angolo per i salentini. Al 17’ ingenuità di Vigorito che, fuori dalla sua area di rigore, rinvia la sfera proprio su Citro: il portiere rimedia, poi, con un bel intervento da difensore centrale. Capitan Mancosu, al 20’, cercare La Mantia in area ma la difesa del Venezia fa tutto bene. Con il passare dei minuti crescono i veneti. Al 26’ Mancosu costringe alla doppia parata il portiere di casa. Al 29′ Calderoni trova Mancosu in area di rigore, ma il colpo di testa è debole e poco preciso: recupera la difesa del Venezia. Al 39’ giallorossi vanno vicinissimi al vantaggio: cross dalla destra di Venuti, ma la palla si schianta sul palo. Termina a reti inviolate, e senza recupero, il primo tempo del posticipo del lunedì sera. La gara riparte dagli stessi undici iniziali. L’1-0 lo segna Citro al 50’. I padroni di casa non hanno nemmeno il tempo di rifiatare e Palombi, da pochi mentri in volo d’angelo, sigla l’1-1 su assist di La Mantia. I ritmi sono alti e nessuna delle due squadre ci sta al pareggio. Al 65’ Bocalon si butta sul primo palo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e per poco non trova l’impatto giusto con la sfera. Al 70’ ci prova Tabanelli di sinistro, ma la spedisce fuori. Passano i minuti, ma il risultato resta fermo sull’1-1 e con le due squadre molto brave nella fase difensiva. Vince la stanchezza e Liverani come ultimo cambio si gioca la carta Falco, fuori Tachsidis. Salva il risultato all’84’ Vigorito su un colpo di testa a botta sicura di Vrioni. Cinque minuti di recupero: il Lecce è super offensivo, ma non riesce a metterla dentro. Finisce 1-1: un risultato positivo in chiave salvezza per il Venezia, i giallorossi portano a casa un punto importante ma non senza qualche rammarico.

Venezia-Lecce 1-1: il tabellino

VENEZIA (4-3-3) Vicario, Bruscagin, Fornasier, Bentivoglio, Modolo, Pinato (73′ Besea), Segre, Lombardi (65′ Vrioni), Garofalo, Citro (83′ Schiavone), Bocalon. A disposizione: Facchin, Lezzerini, Coppolaro, Suciu, St.Clair, Zennaro, Besea, Mazan, Schiavone, Cernuto, Zampano, Vrioni. Allenatore: Zenga.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito, Petriccione, Tachtsidis (82′ Falco), Mancosu, Haye (60′ Tabanelli), Palombi, Meccariello, La Mantia (64′ Tumminello), Venuti, Lucioni, Calderoni. A disposizione: Bleve, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Arrigoni, Tumminello, Marino, Saraniti, Falco, Felici, Tabanelli, Fiamozzi. Allenatore: Liverani.

RETI: 50′ Citro (V), 52′ Palombi (L).

AMMONIZIONI: Lucioni (L), Lombardi (V).

RECUPERO: 0′ nel primo tempo, 5′ nel secondo tempo.

STADIO: Penzo.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 11 febbraio 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *