Brividi di Primavera per il Lecce: termina 5-4 con tanta fatica

By
Updated: gennaio 12, 2019
49736847_10213721222240649_6738521074280955904_n

LECCE – Doppio allenamento per i giallorossi che al mattino nel quartier generale di Martignano hanno lavorato sulla parte atletica mentre nel pomeriggio sono stati impegnati in un test abbastanza difficoltoso con la Primavera di Mister Siviglia che per motivi personali non era in panchina al suo posto a guidare i ragazzi c’era il suo collaboratore, Zinnari.

Porte aperte al Via del Mare dove circa 200 tifosi hanno assistito alla gara, un evento ormai raro in caso Lecce visto che mister Liverani preferisce lavorare sempre lontano da occhi indiscreti.

Primo tempo

Primo tempo

PRIMO TEMPO – Liverani manda in campo Petrarca (al suo posto verso la fine della prima frazione entra Centonze); Fiamozzi a destra, Lucioni e Bovo centrali con Marino a sinistra; centrocampo con Tabanelli, Tachtsidis e Scavone; Haye tra le linee a supporto di La Mantia e Palombi.

I ragazzi sono più intraprendenti degli adulti e non hanno timori reverenziali e giocano petto in fuori in maniera orgogliosa e mettono anche a segno due reti nella prima frazione con Avantaggiato e Riccardi, in netta ripresa, è apparso abbastanza in forma, che hanno intervallato i gol di Palombi, Haye e la doppietta di La Mantia.

SECONDO TEMPO – Nel secondo tempo squadre rivoluzionate e nella prima squadra giocano Centonze; Lepore, Cosenza, Meccariello, Calderoni; Armellino, Arrigoni, Scavone; Mancosu a ridosso di Falco e Pettinari.

I ragazzini mettono paura ai colleghi “over” e pareggiano con due gran gol, prima di Lezzi da fuori area e poi di Felici che con precisione chirurgica la insacca; dura pochissimi minuti però la gioia e l’entusiasmo per il pareggio ottenuto e la chiude Pettinari.

Termina 5-4 ma i ragazzi di Siviglia hanno ben figurato e hanno messo in difficoltà il team di Liverani che è apparso impreciso e appesantito, test ottimo però, che ha permesso al tecnico di valutare tante situazioni e ai calciatori di ricominciare a sudare per 90 minuti.

Tachtsidis e Meluso

Tachtsidis e Meluso

TACHTSIDIS – Menzione a parte per l’ultimo arrivato che tra tutti è apparso il più in palla, non si è risparmiato nulla, si è proposto negli inserimenti, e nei 45 minuti che è rimasto in campo oltre ad una buona condizione fisica ha dimostrato di avere tanta grinta, da notare un paio di interventi da partita vera per togliere il palloni agli avversari. Ovviamente è da valutare in una gara vera… ma i ragazzi di Siviglia oggi hanno giocato una gara vera.

Domani è in programma un singolo allenamento nel pomeriggio al Via Del Mare.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 12 gennaio 2019

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *