Spezia-Lecce 1-1: le pagelle dei giallorossi

Scavone a tutto campo, Vigorito fa il suo e Liverani si sgola dalla panchina

By
Updated: dicembre 30, 2018
48909922_211997203071422_1712882882344648704_n

LA SPEZIA (di Carmen Tommasi) – Spezia e Lecce non vanno oltre l’1-1. Allo stadio “Alberto Picco” al gol nel primo tempo di Ricci su rigore, nella ripresa replica Scavone di testa. I salentini agganciano il Verona al quarto posto, lo Spezia raggiunge Perugia e Cittadella al settimo posto (LEGGI QUI).

Le pagelle:

Vigorito: Superato da Ricci su calcio di rigore, ma è bravo sulla conclusione di Vignali e salva tutto su Mora allo scadere del primo tempo. Totale relax nella ripresa. VOTO 6.5.

Venuti: Suo il cross per il pari di Scavone e per il resto fa molto bene fino a quando non è costretto ad uscire per infortunio. VOTO 6.5. (Dall’80’ Meccariello sv).

Lucioni: Guida bene il reparto, tenendo compatta quella che è la linea a quattro giallorossa. Oggi non è, però, sempre preciso e puntuale. VOTO 6.

Bovo: Tanta esperienza nella gestione complessiva del giro palla e non sfigura mai in marcatura. Va vicinissimo al gol di testa. VOTO 6.5.

Calderoni: Dalla corsia sinistra accompagna spesso l’azione, ma non sempre riesce a liberarsi per andare a crossare. VOTO 6.

Petriccione: Liverani si sgola dalla panchina per chiedergli più personalità e forza in fase di impostazione. Provoca il rigore trasformato da Ricci e al 57’ viene sostituito. VOTO 5. (Dal 57’ Falco: Si muove bene e fa il suo dovere. Cerca anche il gol dalla distanza. VOTO 6).

Armellino: Soffre la fisicità dei centrocampisti avversari e raramente riesce a rendersi pericoloso in fase di spinta. Meglio nella ripresa come play davanti alla difesa. VOTO 6.

Manuel Scavone

Manuel Scavone

Scavone: Il match winner. Il migliore del Lecce di oggi e non solo per la rete, la seconda in giallorosso, del pareggio. Sta bene ed è prezioso per i suoi. VOTO 7.

Mancosu: Si allarga, lotta e prova a farsi vedere. Decisamente meglio nella ripresa quando i padroni di casa calano. VOTO 6.5.

Palombi: Meglio nella ripresa quando è in coppia con Pettinari. Poche azioni degne di nota nella prima frazione di gioco. VOTO 5.5.

La Mantia: Praticamente mai pericoloso dalle parti di Lamanna, oggi non riesce a incidere e diventare pericoloso come vorrebbe. VOTO 5.5. (Dal 56’ st Pettinari: Ha recuperato in pieno dall’infortunio: entra in partita alla grande e si rende subito pericoloso. VOTO 6.5).

Allenatore Liverani: Nel primo tempo il Lecce sembrava la brutta copia di quella squadra ammirata per tutto il girone d’andata. Decisamente meglio nella ripresa, con i cambi azzeccati e con più forza di volontà, anche se con un pizzico di coraggio in più la gara sarebbe potuta andare diversamente. Un 2018 da applausi ed un 2019 tutto da scrivere: grazie di tutto, mister. VOTO 6.5.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 30 dicembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *