Il Lecce rallenta la corsa: pari e patta tra Liverani e Nesta

Al "Via de Mare" tra salentini e umbri non si va oltre lo 0-0: Pippo Falco e soci “sbattono” contro la difesa ospite

By
Updated: dicembre 8, 2018
48230484_643851002683591_96567001006211072_n
48230484_643851002683591_96567001006211072_n

Pippo Falco, attaccante U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Tra Lecce e Perugia, tra Liverani e Nesta, termina a reti inviolate. Al “Via del Mare”, davanti a 10.300 spettatori totali, nel primo tempo succede poco e nulla, poche emozioni ed in cui la noia la fa da padrone: si va a riposo sullo 0-0.  Nella seconda frazione di gioco le due squadre provano con insistenza a sbloccare la gara, ma hanno la meglio le due difese. I giallorossi scivolano, quindi, a -3, con una gara in più, dal Palermo e sono secondi con il Pescara.

A SPECCHIO – Il Lecce scende in campo con il solito e collaudato 4-3-1-2. In porta c’è Vigorito mentre sulle corsie della difesa agiscono Fiamozzi e Venuti. In regia Petriccione: il trequartista, alle spalle di Palombi e Falco, è Mancosu, oggi capitano. Modulo a specchio anche per il Perugia che in porta si affida a Gabriel; linea difensiva guidata dall’esperienza di Gyomber e Mazzocchi. Davanti Vido e Melchiorri sono supportati da Verre.

TUTTO FERMO – Le due squadre si studiano nei primi minuti di gioco e lo fanno senza paura. Al 3’ ci prova subito Palombi, Gyomber è però bravo a spazzare via. Risponde Verre con un destro, ma è troppo impreciso per impensierire Vigorito e compagni. Al 10’ è Scavone a mettere in apprensione la difesa ospite che devia, però, in angolo. Passano i minuti ma la gara non si sblocca, anche se i padroni di casa fanno la partita e provano con più insistenza a sfondare la difesa umbra. Al 24’ occasione da gol per gli umbri con Melchiorri che si trova solo davanti a Vigorito, ma il suo destro è fuori misura. Al 37’ bella giocata di Falco che cerca di sorprendere il portierone Gabriel con poca fortuna. Al 41’ Bordin tira di destro, ma Meccariello in scivolata dice no. Un minuto di recupero concesso dal signor Marinelli di Tivoli e tutti nello spogliatoio sullo 0-0.

NESSUN GOL – Nessun cambio negli undici iniziali per i due tecnici nella ripresa. Partono meglio i giallorossi anche nella seconda frazione di gioco. Al 53′, il sardo Mancosu va vicinissimo al gol del vantaggio, ma il palo salva Gabriel ormai battuto. La squadra di Nesta risponde un minuto dopo con rovesciamento di fronte micidiale con il pimpante Kingsley che semina il panico prima di scaricare su Bordin: la sfera esce di poco fuori. Lo stesso nigeriano ci riprova, ma Scavone è super in tackle lo blocca. Al 66′ e al 67′ sono Vigorito e Tabanelli a salvare su Melchiorri e Dragomir.  Gli ospiti ci provano ancora: al 69′ Verre, al 71′ ancora Melchiorri, ma la porta salentina non viene mai battuta. Ed è zero a zero anche dopo i 4′ di recupero.

Lecce-Perugia 0-0: il tabellino

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Meccarriello, Lucioni, Venuti; Tabanelli (dal 27’ st Armellino), Petriccione, Scavone; Mancosu (dal 43’ st Haye); Palombi, Falco (dal 16’ La Mantia). Allenatore: Liverani

Perugia (4-3-1-2): Gabriel; Mazzocchi, Ngawa, Gyomber, El Yamiq, Kingsely, Bordin, Dragomir; Verre (dal 36’ st Bianchimano); Vido (dal 23’ st Han), Melchiorri. Allenatore: Nesta.

Ammoniti: Dragomir 42’ pt, Melchiorri 38’ st, Lucioni 39’ st.

Note: totale spettatori 10.300. Recupero: 1’ pt, 4’ st.

Arbitro: Marinelli di Tivoli.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 8 dicembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *