Venuti alza la guardia: “Il Carpi? La serie B è difficile: c’è il rischio di…”

Il difensore del Lecce torna a parlare della gara con la Cremonese: "Non abbiamo sofferto neanche nel primo tempo, anche se nella ripresa abbiamo dato del nostro meglio"

By
Updated: novembre 29, 2018
Lorenzo Venuti
Lorenzo Venuti

Lorenzo Venuti

LECCE – Bisogna sempre dare il massimo per il bene del Lecce. È questo il Lorenzo Venuti pensiero in vista della  trasferta di Carpi, in programma domenica ale ore 15:00 e valida per quattordicesima giornata di serie B: “Domenica andremo a Carpi con spirito positivo ed entusiasmo per quello che stiamo facendo. Come ho sempre -ha spiegato il terzino di Montevarchi, 23 anni- detto il campionato di serie B è difficile, motivo per cui anche chi occupa le prime posizioni in classifica può lasciare punti con squadre che stazionano nella parte bassa”.

LA CREMO – Il difensore giallorosso ripensa alla gara vinta, 2-0, domenica scorsa al Via del Mare contro la Cremonese: “Ho rivisto in tv la gara con la squadra lombarda e posso dire che, a mio avviso, non abbiamo sofferto neanche nel primo tempo, frazione nella quale non ci sono state occasioni da rete particolari. Il secondo tempo è stato tra i migliori di questa stagione”.

AVANTI TUTTA –  Infine, è tempo di un piccolo bilancio personale: “Sono molto contento di come mi sta impiegando mister Liverani e grazie al gioco della squadra sono anche riuscito a mettere a segno due reti. Penso che dicembre sarà il mese decisivo per tutte le squadre, finirà il girone di andata e si tireranno le somme. La favorita? Per me resta l’organico più forte della categoria e la loro la partenza è la conferma che questo campionato è difficile. I ricordi brutti della finale col Carpi per i tifosi del Lecce? Non bisogna guardare al passato: da parte nostra cercheremo di regalare loro gioia. Detto questo, non dobbiamo mai fermarci e dobbiamo andare a Carpi con lo spirito giusto…”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 29 novembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *