Liverani sulla Cremonese: “Squadra tosta, virtualmente hanno un punto in meno di noi”

Domani sera al "Via del Mare", fischio d'inizio ore 21:00, il Lecce ospiterà la Cremonese di Massimo Rastelli che, insieme al Cittadella, con 8 reti subite è la migliore difesa della cadetteria

By
Updated: novembre 24, 2018
Liverani, allenatore del Lecce, foto Pinto
Liverani, allenatore del Lecce, foto Pinto

Liverani, allenatore del Lecce, foto Pinto

LECCE (di Carmen Tommasi) – Al “Via del Mare” arriva la Cremonese del neo tecnico Massimo Rastelli e Fabio Liverani avverte il suo Lecce che non sarà una partita facile contro un avversario, a suo dire, che potrebbe concludere il campionato nei piani alti della classifica: “I grigiorossi? A prescindere dal fatto che abbiano la miglior difesa del campionato (otto gol subiti in 11 gare, ndr), domani affronteremo una squadra forte nel suo complesso, che, a mio avviso, potrà arrivare tra le prime quattro o cinque del torneo. Da parte nostra giocheremo a viso aperto, come fatto con le altre squadre che abbiamo affrontato e poi starà a noi, come sempre, rendere più o meno facile o difficile la gara. Bisogna lavorare sulla continuità: non basta disputare venticinque minuti -ha dichiarato- come quelli iniziali di Cosenza e pensare che ti permettono di campare per gli altri sessantacinque. Il nostro errore è stato quello di aver perso palloni brutti in fase di palleggio e così la squadra avversaria ha cominciato a prendere coraggio”.

LA SOSTA – Nello scorso weekend il campionato cadetto si è fermato per gli impegni internazionali: “Il turno di stop serve per far rifiatare alcuni giocatori, in generale a questo punto del campionato credo possa essere d’aiuto a tutti. Abbiamo recuperato qualche infortunato e gli squalificati. Ormai a novembre le squadre hanno trovato il ritmo e non credo che una settimana di stop possa farlo perdere. Siamo in un buon momento sia fisico che mentale”.

OCCHIO AI LOMBARDI – Il match contro i lombardi, con fischio d’inizio alle ore 21:00, sarà molto tosto e con più di un ostacolo: “Sarà una gara molto tirata, hanno elementi per una stagione di grande livello. Ad oggi virtualmente hanno un punto meno di noi tenendo presenti gli infortunati di cui hanno dovuto fare a meno, come Montalto, Piccolo e Paulinho e anche perché hanno giocato una partita in meno rispetto a noi. Quindi dobbiamo vederci contro una squadra forte in tutti i reparti e nella globalità della rosa. Sono una società modello, un centro sportivo di grande livello. In estate hanno fatto un mercato con ancora più linfa. Se un eventuale pioggia potrà condizionare la gara? Il terreno è buono, ma ovviamente un campo pesante potrà cambiare qualcosina durante la gara e nelle sostituzioni”.

LA FORMAZIONE – Su chi scenderà in campo, l’ex allenatore della Ternana, come d’abitudine, non si sbottona più di tanto: “Sono contento di avere l’imbarazzo della scelta, in questa squadra ormai c’è difficoltà a riuscire a prendersi anche un posto in panchina perché sono tutti bravi. Bovo in panchina? È ipotizzabile che vada anche in panchina, ma lui per noi è un giocatore importante. So quello che mi può dare, vedremo. Tababelli ha avuto un blocco alla schiena, ma giochiamo tra 36 ore e ho il tempo per capire. Falco è guarito ed è a diposizione, quindi se non dovesse giocare dal primo minuto sarebbe solo per scelta tecnica”.  

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 24 novembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *