Liverani: “Assenze? Chi è stato chiamato in causa ha sempre dato il massimo”

“Domani affronteremo una squadra ostica, che conosciamo bene. Quelle con il Cosenza sono state sempre gare toste e fisiche, tatticamente bloccate, poi domani vedremo quello che sarà in campo. Il Cosenza è una squadra abituata alla lotta, sarà una partita diversa rispetto a quelle che abbiamo disputato finora”

By
Updated: novembre 9, 2018
Liverani, allenatore del Lecce, foto Pinto

ROMA – L’allenatore del Lecce, Fabio Liverani, dal ritiro romano, prima della partenza per Cosenza dove la sua squadra domani affronterà i calabresi per la 12^ giornata di campionato, ha analizzato il momento partendo proprio dal ritiro e dalla sconfitta di Pescara: “Credo che questi giorni di ritiro a Roma siano stati utili a recuperare un po’ di energie, dopo questo ciclo di partite ravvicinate, evitando qualche viaggio e permettendoci di lavorare serenamente in questi quattro giorni. La partita di Pescara ci ha confermato che la squadra sicuramente è maturata molto, tenendo bene il campo e palesando una buona condizione sia fisica che mentale. La gara di lunedì scorso, al di là del risultato finale, ci ha dato molta autostima, abbiamo giocato alla pari contro la prima in classifica, tenendo testa anche in doppia inferiorità numerica e questo vuol dire che hai qualità e sei in una buona condizione. Certamente, però, dobbiamo crescere sotto forma di attenzione nei particolari, che alla fine fanno la differenza”.

PROBLEMI IN DIFESA – Nel reparto arretrato mancheranno oltre Bovo e Riccardi anche Calderoni e Meccariello per squalifica? La forza di questo gruppo è stata quella che le assenze non hanno pesato, chi è stato chiamato in causa ha sempre fatto bene dando il massimo”.

COSENZA – “Domani affronteremo una squadra ostica, che conosciamo bene. Quelle con il Cosenza sono state sempre gare toste e fisiche, tatticamente bloccate, poi domani vedremo quello che sarà in campo. Il Cosenza è una squadra abituata alla lotta, sarà una partita diversa rispetto a quelle che abbiamo disputato finora”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 9 novembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *