Liverani: “Il Pescara? Partita di grandissima attenzione”

By
Updated: novembre 4, 2018
Liverani, allenatore del Lecce, foto Pinto

LECCE – Fabio Liverani ha tracciato la via per le prossime due trasferte, Pescara e Cosenza; attenzione e meno superficialità in alcuni momenti della gara, poi parla dei singoli e chiarisce la situazione sui tempi di recupero di Bovo e Pettinari e sull’utilizzo di Lucioni.

Ecco le sue dichiarazioni:

CONTINUITÀ “Cinquantesima panchina? Non sono attento ai numeri. Il mio percorso a Lecce è un percorso importante iniziato l’anno scorso; ancora più importante per me è dare continuità. La crescita della squadra mi preme perché quando si subentra come abbiamo fatto noi lo scorso anno, in un gruppo, bisogna avere intelligenza e questo è stato il merito mio e del mio staff e cioè tirare il meglio da un gruppo già costruito. Ovviamente abbiamo cercato di costruire qualcosa di diverso per idea di calcio e la società mi è stata vicina per la costruzione della squadra per la serie B”

PESCARA – “Sarà una partita difficile, il Pescara negli ultimi anni, tranne lo scorso anno, ha veleggiato sempre in zona play off, ha fatto la A, i playoff, credo che come organizzazione societaria sia molto appetibile, infatti vediamo ogni anno giovani che vengono pescati da loro e questo ti fa attestare come società importante: nomino Palazzi, vivaio Inter, c’è Machin, Dal Sole, Monachello, già di buona caratura per la B, a questi si aggiungono altri giocatori che fanno la differenza in questa categoria, Campagnaro, Brugman, Memushaj. Meritano la posizione che hanno e

Filippo Falco

Filippo Falco

saranno fino alla fine dentro ai playoff; noi giocheremo una partita difficile, sapendo che è la terza in una settimana e che va fatta con grande attenzione specialmente alle loro ripartenze, hanno calciatori di grande gamba come Marras e Mancuso, Antonucci è uno dei giovani più promettenti del panorama italiano, hanno qualità, giovane età, ed entusiasmo essendo ad oggi seconda in classifica; è una piazza importante e uno stadio sempre pieno, ci sono tutti i presupposti per vedere una grande partita”

FALCO e SCAVONE – “Falco ha recuperato, viene da un mese di inattività, va gestito, va fatto giocare per il tempo giusto, non può sicuramente fare i novanta minuti ma farà parte della partita. Anche Scavone è recuperato”.

LUCIONI – “Da martedì sarà a disposizione in pieno regime e quindi rientrerà”.

Tabanelli

Tabanelli

TABANELLI – “La storia di alcuni calciatori può cambiare, più alta, più bassa come carriera, incidono infortuni, maturità. Tabanelli ha fatto molto bene da giovane, ha giocato in A, sempre in B, poi ha avuto dei problemi fisici importanti che hanno minato la sua serenità, anche lui aveva bisogno di ritrovarsi e delle volte bisogna essere diretti, ed è questo che abbiamo fatto noi a fine anno, gli abbiamo detto che il calciatore su cui avevamo scommesso non era quello visto in quei primi mesi e lui ha risposto ottimamente, non facendo vacanze, curandosi, allenandosi, diventando un atleta. Le qualità proncipali sono le sue, noi lo abbiamo stimolato, la volontà a non essere il giocatree di gennaio scorso è la sua, e deve capire che se abbasa di poco quest’attenzikne è più facile ceh diventi il calciatori dello scorso anno e non quello di quest’anno.

BOVO e PETTINARI- “Bovo rientra dopo la sosta, Pettinari torna tra 5 settimane”.

DOVE MIGLIORARE – “La disattenzione in certi momenti e non capirli a me crea nervosismo e preoccupazione, ci lavoriamo. La gara col Crotone ha fatto suonare dei campanelli d’allarme e in questa settimana abbiamo lavorato per evitare queste situazioni di superficialità”.

RITIRO – “Noi prepariamo tutto per mettere i ragazzi nella migliore condizione psicofisica, un ringraziamento va alla proprietà perché stare fuori una settimana significa una spesa importante, ma abbiamo fatto delle valutazioni come riposo, come la possibilità di non fare due viaggi, cercheremo di lavorare recuperando forze e infortuni, quindi restiamo a Roma per preparare la sfida di Cosenza che raggiungeremo in areo”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 4 novembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *