Il prossimo avversario: il Crotone

Decisione improvvisa in casa dei calabresi: esonerato il tecnico Giovanni Stroppa per i risultati non all'altezza delle aspettative. Al suo posto l'ex allenatore di Udinese e Pescara, Massimo Oddo

By
Updated: ottobre 30, 2018
Stroppa
Stroppa

Giovanni Stroppa, ex allenatore del Crotone

LECCE (di Carmen Tommasi) – Nemmeno il tempo di rifiatare e si ritorna subito in campo per il turno infrasettimanale che vedrà in scena Lecce-Crotone, match serale in programma domani alle ore 21:00 al “Via del Mare” per la decima giornata di serie B.

Bufera in casa Crotone: è notizia fresca, del primo pomeriggio di ieri, l’esonero di Giovanni Stroppa e l’arrivo di Massimo Oddo, ex difensore giallorosso, alla guida dei calabresi. L’ex tecnico di Udinese e Pescara, attualmente all’estero, raggiungerà la squadra prossimamente e sarà in tribuna al Via del Mare: in panchina siederà Ivan Moschella, attuale mister della Primavera.

Fatale, forse, per la permanenza di Stroppa alla guida tecnica del Crotone è stata l’ultima gara casalinga allo stadio “Ezio Scida” in cui rossoblù hanno incontrato la Salernitana. Match finito 1-1: un punto a testa che non serve a nessuno. Gli ospiti hanno sprecato la chance di andare al secondo posto, mentre il Crotone resta a metà classifica. Apre Bocalon, chiude Simy: succede tutto nella ripresa, dopo una prima frazione priva di emozioni e di occasioni da rete. Tanta noia, poi ci pensa Bocalon: l’ex Alessandria mette a segno il secondo gol in campionato in pieno stile Inzaghi, sinistro vincente e gol. Dopo il vantaggio i granata spariscono ed i prossimi avversari dei gialllorossi alzano la testa. Micai compie un paio di belle parate ma non può nulla sul colpo di testa di Simy, anche per lui seconda rete stagionale, a 5′ dalla fine.

In nove gare disputate hanno conquistato 11 punti in classifica con 3 partite vinte, 4 perse e 2 pareggiate, con 12 gol fatti e 13 subiti: dati che dimostrano che è una squadra abbastanza equilibrata tra le due fasi, ma che ha già subito ben 4 k.o. Troppi, sicuramente, per un team che punta al salto di categoria. Il modulo con cui si presenteranno al “Via del Mare” potrebbe essere il 4-3-1-2, a specchio con quello dei giallorossi, ma con l’arrivo del nuovo tecnico ci potrebbero essere anche dei ribaltoni tecnico-tattici per cercare nella squadra l’atteso “scossone”.

I pitagorici nella scorsa stagione 2017-18, dopo due campionati in massima serie, a causa di alcuni risultati negativi nelle ultime giornate e anche di un calendario complicato non riescono nella salvezza: il 20 maggio 2018, dopo la sconfitta per 2-1 al San Paolo contro il Napoli, retrocedono in cadetteria. Il presidente Gianni Vrenna proprio per questo ha recentemente voluto sottolineare, ancora una volta, quello che è l’obiettivo stagionale dei rossoblù. «Tutti sono consapevoli dell’obiettivo. Non possiamo fallire il ritorno in Serie A, con questa squadra e con questi calciatori. Lo abbiamo sempre detto da inizio campionato. Spero che la squadra riesca a calarsi finalmente nella categoria badando meno alla tecnica e più all’agonismo», ha così concluso il numero uno dei pitagorici.

Il Lecce quindi è avvertito, il Crotone non scherza e verrà nel Salento per dire la sua. Così come farà la squadra di Fabio Liverani.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 30 ottobre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *