Il Livorno: il prossimo avversario

Il modulo utilizzato dal tecnico Cristiano Lucarelli è il 3-5-2, gli amaranto cercano la prima vittoria in campionato

By
Updated: settembre 25, 2018
Lucarelli
Lucarelli

Crisitano Lucarelli

LECCE (di Carmen Tommasi) – È tempo di Livorno-Lecce per la quinta giornata di serie B, turno infrasettimanale, che si disputerà oggi, martedì 25 settembre, all’Armando Picchi di Livorno. Nell’ultima gara di sabato al San Vito Marulla di Cosenza è terminata 1-1: Tutino, nel primo tempo, ha sbloccato il punteggio grazie ad un bel colpo di testa che ha portato in vantaggio la squadra allenata da Piero Braglia. Nel secondo tempo Giannetti ha trovato il gol del pareggio.

Dopo tre gare disputate -i prossimi avversari dei giallorossi hanno già osservato il turno di stop alla prima stagionale- hanno solo punto in classifica a causa di un inizio molto negativo frutto di 2 sconfitte ed 1 pareggio, per un totale di 2 gol fatti e 4 subiti. Penultimo posto in classifica, insieme al Carpi, per i toscani. I precedenti tra Livorno e Lecce in cadetteria sono 4, con due vittorie per i giallorossi e due per gli amaranto, le ultime due gare giocate risalgono al campionato 2002-03 con due vittorie del Lecce, una nel match d’andata e l’altra in quello di ritorno.

I toscani giocano con il 3-5-2, marchio di fabbrica di Cristiano Lucarelli, ex attaccante del Lecce che nel Salento ha lasciato un bellissimo ricordo. Proprio il 6 luglio scorso torna nella sua amata Livorno -città dove è nato e dove ha anche giocato- ed è stato accolto da 3.000 tifosi nel giorno della sua presentazione. Lo seguono nell’avventura al Livorno il suo staff: il vice Richiard Vanigli, il collaboratore tecnico Alessandro Conticchio -ex giallorossi anche loro- il preparatore atletico Alberto Bartali ed il Match Analyst Ivan Francesco Alfonso.

Non buttare mai via la palla, giocare a ritmi alti ed osare sempre per non precludersi mai la possibilità di vincere: questo il credo tattico del mister livornese. Una bella squadra con dei buonissimi elementi tra cui spiccano l’esperto regista Diamanti, i centrocampisti Agazzi e Porcino.  I centravanti Raicevic, Murilo e senza dimenticare Kozak, come Di Gennaro e Maicon in difesa e Luka Bogdan difensore, classe 1996, ex Catania. Senza dimenticare l’attaccante Giannetti e capitan Luci. Un team che ha sicuramente bisogno di “rodaggio”, come ha dichiarato lo stesso presidente Aldo Spinelli.

Ed adesso spazio al calcio giocato: sarà una partita tra due grintose neopromosse che hanno la voglia e il desiderio di riscattarsi: fischio d’inizio ore 21:00.

 

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 25 settembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *