Decide Ardemagni e il Lecce va k.o.

Tra Ascoli e Lecce allo stadio "Del Duca" di Ascoli Piceno finisce 1-0: la zampata vincente arriva nella ripresa a venticinque minuti dal termine del match. Giallorossi ancora a secco di vittorie dopo tre giornate di campionato

By
Updated: settembre 15, 2018
received_260901884553220
received_260901884553220

Ascoli-Lecce: 1-0

ASCOLI (di Carmen Tommasi) – All’Ascoli basta la rete di Ardemagni per battere il Lecce, 1-0, e per conquistare la prima vittoria stagionale. L’unica rete del match arriva al 25’ della ripresa: Laverone arriva sul fondo e mette in mezzo un rasoterra da destra: “Arde” riceve il pallone e, lasciato libero, insacca da pochi passi e supera Bleve. L’azione da rete sembra viziata da un fallo su Meccariello non segnalato dal signor Rapuano di Rimini. I giallorossi, nonostante una buona partita visibilmente equilibrata, restano ancora a secco di vittorie e tornano nel Salento a mani vuote. Sabato prossimo i salentini ospiteranno il Venezia al “Via del Mare” per la quarta giornata di serie B.

LE FORMAZIONI – L’Ascoli scende in campo con il 4-3-1-2, stesso modulo degli avversari: Laverone, Brosco, Padella e D’Elia si occupano della fase difensiva. Il compito di fare gol è affidato alla coppia Ninkovic-Ardemagni. Nel Lecce Mancosu agisce alle spalle di Pettinari e Falco. Vigorito si fa male nella rifinitura, in porta para Bleve. La difesa è guidata da Cosenza (oggi capitano), con Lucioni in tribuna per scelta tecnica, e Meccariello, mentre in mezzo c’è l’esperto Arrigoni supportato da Petriccione e Scavone. Allo stadio “Cino e Lillo Del Duca” arbitra Antonio Rapuano della sezione di Rimini, coadiuvato dagli assistenti Pasquale Cangiano di Napoli e Fabio Schirru di Nichelino e dal quarto uomo ufficiale Matteo Marchetti di Ostia Lido. I ragazzi di Vivarini, dopo il pareggio con il Cosenza, hanno perso in casa del Perugia; discorso abbastanza simile per gli uomini di Liverani, reduci da due pareggi ricchi di gol (3-3 con il Benevento e 2-2 con la Salernitana).

PARI E PATTA – Le due squadre non si risparmiano sin dai primi minuti e la prima occasione è per l’Ascoli, con l’attaccante serbo Ninkovic che però spara alto sopra la traversa. Con lo scorrere del cronometro la partita si spegne e regna l’equilibrio. C’è qualche disattenzione da parte della difesa del Lecce che sbaglia anche dei disimpegni molto semplici. Al 17’ Falco prova a sorprendere Lanni che gli dice “no” e subito dopo il muro difensivo ascolano blocca Mancosu: è ancora 0-0. Cosenza prende il primo giallo del match per un fallo su Cavion al 23’. Calcio di punizione per i padroni di casa ed è bravo Bleve a uscire per bloccare l’azione ascolana. Al 34’ Frattesi dalla distanza calcia verso la porta leccese, ma il portiere giallorosso c’è e respinge un tiro che poteva fare male ai suoi. Quattro minuti dopo Pettinari controlla bene, ma è lento nel concludere in porta da buona posizione anche se defilato. Lanni smanaccia a terra e l’Ascoli respira. Cresce e spinge la squadra di Liverani, ma al 44’ il Picchio va vicino al gol: Ninkovic sfrutta un cross proveniente dalla sinistra, colpisce di testa superando Bleve, ma viene fermato dalla traversa. Dopo 1’ di recupero si va negli spogliatoi sullo 0-0: tutto da rifare per le due squadre nella ripresa.

ARDEMAGNI-GOL – Ascoli e Lecce rientrano in campo con gli stessi undici del primo tempo e cercano di trovare la via del gol, dandosi battaglia, ma senza successo. Passano i minuti ma la gara non riesce a sbloccarsi, con le due difese brave a chiudere tutti gli spazi. La partita continua a giocarsi nel mezzo del campo per la maggior parte del tempo. Al 13’ st Lanni esce dolorante per un problema muscolare: al suo posto l’ex giallorosso Perrucchini, protagonista della promozione dello scorso anno. Al 15’ buon filtrante per Pettinari che, appena prima di riuscire ad entrare in area, viene disturbato da Brosco e fermato da Valentini. Altro cambio per Vivarini: al 19’ fuori Baldini dentro Beretta, altro ex del match. Liverani al 20’ fa uscire Pettinari per La Mantia. I salentini sembrano, a mezz’ora dalla fine del match, aver ripreso il controllo del gioco e la partita ritorna a seguire il copione del primo tempo. E l’Ascoli, però al 25’ a passare in vantaggio: Laverone arriva sul fondo e mette in mezzo un rasoterra da destra. Ardemagni riceve il pallone, si libera spingendo Meccariello, insacca da pochi passi e supera Bleve. I salentini protestano, ma l’arbitro assegna il gol. Al 26’ entra Palombi, esce Scavone. Al 29’ il solito  Ninkovic scende sulla destra e prova a mettere in mezzo. L’attaccante impatta male la palla che esce dal campo senza che nessun compagno possa sfruttarla. Il Lecce ha accusato il colpo e fa fatica a dire la sua, il tecnico giallorosso è un vulcano in piena e dalla panchina continua ad incoraggiare i suoi, con i padroni di casa alla ricerca del raddoppio. Falco e soci tentano l’attacco finale, ma Vivarini si copre:  entra De Santis per Laverone. Il Lecce risponde con Venuti che entra per Calderoni. Salentini con il 4-2-4 per l’assalto finale, ma non riescono a segnare la rete del pareggio.  Finisce 1-0 per i padroni di casa, dopo 5’ di recupero, con gli schemi tutti saltati, e per la formazione di Fabio Liverani arriva la prima sconfitta stagionale.

Ascoli-Lecce 1-0: il tabellino

Marcatori: Ardemagni 25’ st.

Ascoli (4-3-1-2): Lanni (dal 13’ st Perucchini); Laverone (dal 36’ st De Santis), Brosco, Padella, D’Elia; Frattesi, Casarini, Cavion; Baldini (dal 19’ st Beretta); Ninkovic, Ardemagni. A disp.:Bacci, Quaranta, Valentini, Troiano, Addae, Valeau, Zebli, Ganz, Kupisz. Allenatore: Vivarini.

Lecce (4-3-1-2): Bleve; Fiamozzi, Lucioni, Cosenza, Calderoni (dal 38’ st Venuti); Petriccione, Arrigoni, Scavone (dal 26’st  Palombi); Mancosu; Falco, Pettinari (dal 20’ st La Mantia) A disp.: Milli, Lepore, Meccariello, Venuti Bovo, Haye, Tsonev, Tabanelli, Armellino, Torromino.  Allenatore: Liverani

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini

Ammoniti: 23’ pt Cosenza, 23 st Calderoni, 29’ st Ardemagni, 34’ Ninkovic 34’ st, 40’ st Frattesi.

Note: minuti di recupero 1 p.t.; 5 s.t.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 15 settembre 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *