STADIO – Il Lecce ha trovato una soluzione provvisoria

I problemi del Via del Mare riguardano l’impianto di illuminazione che per la Lega di B deve essere di 800 lux

By
Updated: giugno 20, 2018
Via del Mare

LECCE – La società di Via Col. Costadura aveva inviato due lettere, una al sindaco di San Benedetto del Tronto e l’altra al presidente della Sambenedettese per chiedere la disponibilità del “Riviera delle Palme” come stadio di riserva da indicare nella documentazione da presentare per avere la licenza per il prossimo campionato di B che ormai è alle porte (leggi qui). I problemi del Via del Mare riguardano l’impianto di illuminazione che per la Lega di B deve essere di 800 lux.

Per il sindaco della città marchigiana, così come per il presidente del sodalizio rossoblù, non c’erano problemi ma i problemi sono sorti nel momento in cui si è valutato lo stadio: purtroppo non ha a disposizione i 5500 posti numerati dotati di sedute individuali. E quindi il Lecce si è ritrovato di fronte ad una scelta obbligata: fare tutto in proprio. Come? Nei documenti indicherà che farà ricorso al noleggio di torri faro per supplire alla mancanza. In attesa che il Comune, perché è tutto di competenza del Comune di Lecce, inizi a fare sul serio, anche perché il costo delle torri faro dovrebbe essere a carico del Comune, per ora però sarà il Lecce a mettere mano al portafoglio.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 20 giugno 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *