“La testa nel pallone”: una bella storia fatta di calcio, di amicizia, e di umanità

Torna il Torneo internazionale di calcio dove si può “dribblare” anche la malattia mentale

By
Updated: maggio 24, 2018
2la testa nel pallone

LECCE – Trentadue squadre, 12 regioni italiane e 4 Paesi europei in gara, con 17 Centri di Salute Mentale e 11 comunità coinvolti. Sono i grandi numeri del 7° Torneo internazionale di calcio a sei “La testa nel pallone” – 11° memorial “dott. Antonio Vetrugno” presentato stamane nel Polo Didattico della ASL Lecce.

QUANDO E DOVE – Dal 25 al 31 maggio sui campi dell’Esperia Palace Hotel di Lido Marini a Ugento, ma anche di visite guidate e serate, a partire dall’evento inaugurale in programma il 25 maggio (ore 17,30 sempre a Ugento), quando saranno presentate le squadre partecipanti. Il torneo, infatti, è anche un grande momento di socialità e di inclusione, un “dribbling” secco oltre lo stigma della malattia mentale che coinvolge decine di utenti e di operatori provenienti da mezza Italia e da Gran Bretagna, Spagna, Ucraina e Ungheria.

ORGANIZZATO dall’Associazione Centri Sportivi Italiani (ACSI) in collaborazione con la ASL Lecce, Dipartimento di Salute Mentale, il torneo è diventato un appuntamento fisso che, quest’anno, ha un significato ancora più forte, grazie alla coincidenza con il quarantennale della legge che porta il nome di Franco Basaglia, lo psichiatra che chiuse i manicomi e restituì dignità e diritti alle persone con problemi di salute mentale.

Danilo Campilungo

Danilo Campilungo

TESTIMONIAL – Una bella storia fatta di calcio, di amicizia, e di varia umanità. Nel nome di Franco Basaglia e dei tanti che, dopo di lui, hanno capito che la  malattia mentale va affrontata senza pregiudizi; Danilo Campilungo, fresco vincitore tra le file della nazionale italiana della Dream World Cup 2018, il Campionato del mondo di Calcio a 5 per persone con problemi di salute mentale, è il testimonial dell’evento.
«Ho vissuto un’esperienza bellissima – ha raccontato il 22enne calciatore-utente del CSM di Campi – dove ognuno di noi non ha fatto altro che essere se stesso e non ciò che gli altri pensano che noi siamo. Ho segnato due gol e fatto la mia parte: che cosa posso volere di più?».

PARTECIPANTI – Regioni: Abruzzo (CSM L’Aquila), Basilicata (coop. Fratello Sole), Calabria (CSM Crotone), Campania (CSM ASL Napoli 2), Emilia Romagna (CSM Piacenza e CSM Reggio Emilia), Lazio (CSM Viterbo), Liguria (CSM Genova/Voltri), Lombardia (Como – Global Sport Lario), Marche (CSM Ascoli, CSM Iesi), Sardegna (CSM Nuoro e CSM Sanluri), Val d’Aosta (Aosta – Residenziale Interactive), Puglia (CSM Campi Salentina, CSM Lecce e CSM Taranto).
Comunità: Apollo Putignano, Casa Amata, Cento Pietre, Dimora San Carlo, L’Adelfia, La Sorgente, San Giovanni, San Vincenzo, Sol Levante, Villa Giulia, Villa Felice.
Nazioni: Italia, Spagna (Barcellona), Gran Bretagna (Londra Mind United e Liverpool Football-Therapy), Ucraina (Lviv), Ungheria (Budapest).

Il Programma

Il Programma

SERATA INAUGURALE: 25 maggio 2018 – ore 17,30 – Esperia Palace Hotel – Lido Marini, Ugento, presentata da Uccio De Santis con Angelica Gianfrate.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 24 maggio 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *