Al “Picchi” fa festa il Livorno: 3-1 al Lecce e passerella finale

Uno – due micidiale dei padroni di casa che passano in vantaggio e poi raddoppiano con due gol bellissimi: al 4° di Morelli e al 18° di Murillo. Accorcia le distanze Di Piazza al 23°. Nel secondo tempo Vantaggiato fa tris su calcio di rigore. Livorno incisivo e cinico, Lecce molle e distratto.

By
Updated: maggio 19, 2018
2173493-stadiopicchi

LIVORNO – Aria di festa, è la giornata dello sport e della premiazione Al “Picchi”.  Livorno e Lecce si affrontano con la testa sgombra e senza pressioni nella seconda giornata della Supercoppa di serie C, e danno vita ad una partita ricca di gol che i padroni di casa vincono meritatamente congedandosi dal proprio pubblico nel migliore dei modi. Termina con un netto 3-1.

Uno – due micidiale dei padroni di casa che passano in vantaggio e poi raddoppiano con due gol bellissimi: al 4° di Morelli e al 18° di Murillo. Accorcia le distanze Di Piazza al 23°. Nel secondo tempo Vantaggiato fa tris su calcio di rigore. Livorno incisivo e cinico, Lecce molle e distratto.

Al termine della gara passerella finale per i ragazzi di Sottil che si godono il giusto premio per la vittoria del campionato e salutano una stagione esaltante che ha sancito il ritorno in B della compagine amaranto.

Per conoscere la vincitrice del trofeo, invece, bisognerà aspettare l’esito della gara Lecce-Padova che si giocherà sabato prossimo al Via del Mare.

PRIMO TEMPO – Nel Livorno assenti Perico squalificato e gli infortunati Bresciani, Pedrelli, Gasbarro, Luci e Valiani; Sottil con il 4-2-3-1: Mazzoni; Morelli, Borghese, Pirrello, Gonnelli; Gemmi, Bruno; Doumbia, Kabashi, Murilo; Vantaggiato.

Liverani deve fare a meno di Armellino squalificato, Dubickas e Pacilli infortunati, recupera Lepore che però va in panchina, e con il 4-3-1-2 scendono in campo Perucchini; Ciancio, Cosenza, Marino, Di Matteo; Costa Ferreira, Arrigoni, Mancosu; Tabanelli; Di Piazza, Caturano.

Arbitra il sig. Marco D’ascanio di Ancona coadiuvato dal sig. Davide Baldelli di Reggio Emilia e dal sig. Vittorio Pappalardo di Parma.

La gara inizia al piccolo trotto e poi si accende improvvisamente; il primo tiro in porta è di Vantaggiato al 3° minuto ma il suo diagonale è imprciso. Subito dopo però arriva il gran gol all’incrocio dei pali di Morelli al 4°.

Reagisce subito il Lecce e al 5° minuto, Di Piazza, servito da Caturano, sbaglia da pochi passi mandano la palla alle stelle.

C’è molto movimento da entrambe le parti, si gioca a viso aperto. Duro scontro a centrocampo al 16° tra Di Matteo e Doumbia, entrambi necessitano dell’intervento dello staff medico.

Al 18° buona azione Lecce: Tabanelli per Costa Ferreira che lascia a Mancosu, cross in mezzo e deviazione in angolo di Gonnelli; sugli sviluppi parte il contropiede e arriva il raddoppio di Murilo che “ara” tutto il campo e batte Perucchini.

Subito dopo Di Piazza batte Mazzoni ma la bandierina del sig. Pappalardo era già in alto: fuorigioco. Ed è proprio Di Piazza, al 23°, a ridurre le distanze dopo una bella triangolazione partita dai piedi di Tabanelli per Caturano, e poi la sfera arriva al bomber di Partinico che a tu per tu con l’estremo difensore amaranto non sbaglia.

Al 24° ci prova Arrigoni dalla lunga distanza e il portiere si salva con un intervento scomposto, palla in angolo; sugli sviluppi rinvia la difesa di casa.

Partita viva e vibrante.

Al 35°Lecce pericoloso: Di Matteo apre per Tabanelli che prova la rasoiata dai 18 metri con la sfera che termina di poco fuori. Due minuti dopo Morelli salva sulla linea un tiro cross di Tabanelli, con Mazzoni battuto, e manda in angolo. Lo batte Arrigoni e libera la difesa.

Al 40° azione del Livorno: Gemmi lascia trova Murilo che in rovesciata prova a servire Morelli ma  Perucchini esce e stoppa l’azione.

Al 43° Mancosu pesca in area Caturano ma l’attaccante controlla male e la sfera termina fuori.

E mentre la lavagnetta segnala un minuto di recupero, Vantaggiato batte una punizione potente ma fuori misura.

Termina 2-1 per il Livorno la prima frazione.

SECONDO TEMPO – Parte in avanti il Lecce. Al 47° Caturano serve Costa Ferreira ma Gonnelli lo stende al limite dell’area; punizione, calcia Arrigoni, Marino stacca ma manda la sfera fuori.

Molto mobile Vantaggiato che spesso va sull’esterno aprendo spazi per Murillo e Kabashi.

Al minuto 56 arriva l’episodio: Murilo beffa Ciancio che lo atterra in area ed è calcio di rigore; dal dischetto Vantaggiato castiga Perucchini. Livorno 3 Lecce 1 e palla al centro.

Al 58° doppio cambio nel Lecce: dentro Valeri e Selasi, fuori Di Matteo e Tabanelli.

Al 62° giallo a Morelli per fallo su Costa Ferreira e calcio di punizione al Lecce.

Al 66° Costa Ferreira per Di Piazza che gli ripassa la sfera, prova il cross e Morelli devia in angolo; batte Arrigoni, esce Mazzoni.

Il Livorno gioca sul velluto, il Lecce ha fretta ma non riesce a rendersi pericoloso.

Saltano gli schemi e via al valzer delle sostituzioni: al 72° triplo cambio per gli amaranto, fuori Murilo,  Pirello e Bruno,  dentro Maiorino, Lischi e Giandonato

Liverani risponde con un doppio cambio: fuori Caturano dentro Saraniti, fuori Di Piazza dentro Persano.

I ritmi si abbassano, sembra un test amichevole.

Al 79° altro cambio per il Livorno: dentro Casanova fuori Kabashi.

Al minuto 80 Mancosu serve Selasi che la mette in mezzo si salva Mazzoni con l’aiuto di Casanova.

Passano i minuti ma non accade più nulla e dalla Curva del Livorno si preparano per la festa; a bordo campo mentre si entra negli ultimi 10 minuti lo staff  organizzativo prepara le medaglie.

Al minuto 83° cambio per il Lecce: dentro Tsonev fuori Costa Ferreira. All’85° Arrigoni prova dalla distanza, sfera di poco alta.

Al minuto 86 cambio nel Livorno: fuori Vantaggiato, dentro Montini.

All’89° giallo per Valeri. Nel secondo minuto di recupero Lecce vicino al gol ma Mazzoni si salva con l’aiuto del palo sulla conclusione di Arrigoni.

Poi arriva il triplice fischio finale che sancisce l’inizio della festa del Livorno.

TABELLINO

LIVORNO – LECCE 3-1

LIVORNO (4-2-3-1): Mazzoni; Morelli, Borghese, Pirrello (72° Lischi), Gonnelli; Gemmi, Bruno (72° Giandonato); Doumbia, Kabashi (79° Casanova), Murilo (72° Maiorino); Vantaggiato (86° Montini). A disposizione: Pulidori, Sambo, Perez, Zhikov. All. Sottil

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Ciancio (58° Valeri), Cosenza, Marino, Di Matteo; Tabanelli (58° Selasi), Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (83° Tsonev); Di Piazza (73° Persano), Caturano (73° Saraniti). A disposizione: Chironi, Vicino, Lepore, Megelaitis, Gambardella, Legittimo.  Allenatore: Liverani.

ARBITRO: sig. Marco D’ascanio di Ancona

ASSISTENTI: sig. Davide Baldelli di Reggio Emilia e sig. Vittorio Pappalardo di Parma.

MARCATORI: 4° Morelli (L), 18° Murilo (L), 23° Di Piazza (LE), 56° Vantaggiato  rig. (L)

AMMONITI: 62° Morelli (L), 90° Valeri (LE)

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 19 maggio 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *