LECCE: che mercato sarà? Ipotesi e nomi, tutto è in continuo divenire

In casa Lecce ci sarà da fare un lavoro importante per allestire una rosa competitiva da mettere a disposizione del riconfermato Liverani in modo da puntare a una salvezza tranquilla

By
Updated: maggio 8, 2018
Sticchi, Meluso, Liguori

LECCE (di M.Cassone) – C’è ancora da giocare la parte finale di questa esaltante stagione per il Lecce di Liverani, che nel triangolare con Livorno e Padova proverà a vincere la Supercoppa, ma è già tempo di pensare al futuro, di parlarne, e di dar voce ai “rumors” di mercato.

Quest’anno sarà tutto diverso e non si potrà temporeggiare, bisogna avere le idee chiare e muoversi in anticipo perché i tempi sono ristretti e così come già chiesto dalla A anche in serie B il mercato potrebbe chiudersi il 18 agosto con inizio, ufficiale, il 1° luglio. Ricordiamo che il campionato di serie B inizierà sabato 25 agosto (open day venerdì 24) e terminerà sabato 11 maggio.

In casa Lecce ci sarà da fare un lavoro importante per allestire una rosa competitiva da mettere a disposizione del riconfermato Liverani in modo da puntare a una salvezza tranquilla e a un campionato di assestamento e consolidamento societario nella serie cadetta, senza ovviamente porsi dei limiti su quello che potrebbe accadere, perché pensare in grande non spaventa nessuno.

Fabio Liverani

Fabio Liverani

Il direttore sportivo Mauro Meluso ha abituato tutti, negli ultimi anni, a dei colpi a sorpresa e così come è già accaduto in passato sicuramente arriveranno calciatori “senza preavviso” alcuno. Proviamo però a vedere quelle che sono le prime indicazioni e le prime ipotesi di questi giorni.

PORTIERI – Si lavora per trattenere Filippo Perucchini nel Salento e potrebbe ritornare Marco Bleve. Da valutare la situazione di Gianmarco Chironi e Paolo Vicino.

DIFESA – Il reparto che necessita di interventi importanti è la difesa, anche se l’unico nome che abbiamo raccolto, e che potrebbe interessare, è quello del terzino sinistro, che può giocare su tutto il versante sinistro, Daniele Donnarumma del Monopoli. Da valutare anche la situazione di Davide Riccardi, che ha dovuto terminare la stagione in anticipo ed era arrivato a Lecce con diritto di riscatto ma anche controriscatto per il Verona.

CENTROCAMPO – È sicuramente il reparto più solido: Marco Armellino, Andrea Arrigoni, Marco Mancosu sono i perni sui quali aggiungere qualche altro elemento di qualità. Da valutare Rasford Selasi, sarà sicuramente riscattato Linas Megelaitis che poi potrebbe partire in prestito. Null’altro ancora è trapelato.

TREQUARTISTA – Il nome più importante che potrebbe accendere il mercato giallorosso è Cesar Falletti, 25enne uruguaiano in forza al Bologna, così come potrebbe esserci un ritorno di fiamma per Lucas Chiaretti del Cittadella.

ATTACCANTI – Arriveranno certamente un paio di attaccanti a dar certezza al reparto offensivo salentino e i nomi caldi sono interessanti. Partiamo da Andrea La Mantia, pupillo di Meluso ai tempi del Cosenza, che gioca nella Virtus Entella, interesse anche per Pietro Iemmello e Massimo Coda del Benevento, così come potrebbe interessare Adriano Montalto della Ternana. Fari puntati anche sull’esterno che può giocare anche da trequartista Mirko Carretta, salentino, della Ternana. Matteo Di Piazza sarà riscattato dal Foggia, così come sarà riscattato Edgaras Dubickas (anche se dopo potrebbe essere ceduto in prestito), da valutare la situazione di Salvatore Caturano e di Andrea Saraniti. Così come potrebbe legarsi ancora al club salentino Giuseppe Torromino; il futuro di Mattia Persano invece potrebbe essere altrove. Sembra scontato l’arrivo di Mino Chiricò, da determinare poi tutte le situazioni che potrebbero scaturire in un ipotetico valzer delle punte, tra partenze e arrivi, e trattative in cui potrebbe anche ripartire, così come potrebbe restare a disposizione di Liverani.

CONCLUSIONI – I nomi che si susseguiranno fino alla chiusura del calciomercato saranno tantissimi, ogni sondaggio fatto dai diesse con i procuratori verrà fuori, ogni “consiglio” dei procuratori ai diesse verrà fuori, è il gioco delle parti, quel gioco che da sempre riscalda l’estate dei tifosi.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 8 maggio 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *