Monopoli-Lecce 4-1: le pagelle dei giallorossi

Vincono meritatamente gli uomini di Giuseppe Scienza in una gara in cui la formazione di Fabio Liverani aveva davvero poco da chiedere, se non di chiudere il campionato a testa alta

By
Updated: maggio 6, 2018
pagelle 2017 18 (14)

MONOPOLI (di Carmen Tommasi) – Allo stadio “Simone Veneziani”, l’ultima di campionato tra Monopoli e Lecce, termina 4-1 per i padroni di casa. Sbloccano subito il risultato, al 3′ del primo tempo, gli ospiti con Andrea Saraniti che di testa la mette dentro dopo l’angolo battuto da Mancosu. Non c’è nemmeno il tempo di esultare e arriva l’1-1 di Sarao al 5′. Vanno, poi, in vantaggio i padroni di casa al 18′ con Donnarumma: 2-1 e tutto da rifare per i giallorossi (già in serie B). Secondo tempo sulla stessa lunghezza d’onda del primo. Al 83′ arriva il 3-1 dei padroni di casa grazie a Minicucci. In pieno recupero ecco il quarto gol con Genchi. Vincono meritatamente gli uomini di Giuseppe Scienza in una gara in cui la formazione di Fabio Liverani aveva davvero poco da chiedere, se non di chiudere il campionato a testa alta.

Le pagelle:

Gianmarco Chironi: CI PROVA. Subisce cinque gol e rimane solo a guardare. Ha bisogno di esperienza per puntare in alto. VOTO 5.

Simone Ciancio: GENEROSO. Va su e giù sulla propria fascia di competenza e non sfigura (quasi) mai, nonostante qualche sbavatura importante. VOTO 6.

Antonio Marino: TOSTO. Mantiene bene la posizione e fa sempre il suo. Ha qualche colpa su l’1-1 e non solo. Sfiora il gol nel finale. VOTO 5,5.

Matteo Legittimo: SUL PEZZO. Meno propositivo del solito, ma fa comunque la sua dignitosa partita. Qualche disattenzione c’è. VOTO 6.

Luca Di Matteo: COMPITINO. Gara gestita bene dal terzino giallorosso, ma con molta tranquillità e senza strafare. VOTO 5.

Dal 61′ st Emanuele Valeri: INSOMMA. Tutto facile per lui o quasi. Perde una palla importante da cui nasce il terzo gol degli avversari. VOTO 5.

Marco Mancosu: GIOVIALE. É apparso volenteroso, ma stanco. Dopo una stagione da protagonista ci sta. VOTO 6.

Andrea Arrigoni: IL RE TIMIDO. Un giocatore che ha fatto la differenza per tutto il campionato e che ha provato a farla anche nel derby di oggi. VOTO 6.

Ransford Selasi: ALTI E BASSI. Ha delle buone idee, ma non è continuo per tutto il corso del match. Acerbo. VOTO 5.

Dal 68′ st Marco Armellino: C’É. “Passerella” anche per lui, ma con il solito impegno. VOTO 6.

Andrea Tabanelli: LEGGERO COME UNA PIUMA. Entra in campo con il piglio giusto e fa a sportellate con gli avversari. VOTO 6.

Dal 48′ st Pedro Costa Ferreira: ELEGANTE. Le belle giocate ci sono, ma oggi anche lui va al “risparmio. VOTO 6.

Salvatore Caturano: IN MOVIMENTO. Prova a muoversi come meglio sa fare, ma a tratti sembra in difficoltà. Partita di cuore. VOTO 5.

Dal 68′ st Mattia Persano: SPRINT. Un elemento che sicuramente avrebbe meritato più spazio nel campionato appena terminato. Si muove bene e va vicino al gol. VOTO 6.

Saraniti (foto Pinto)

Saraniti (foto Pinto)

Andrea Saraniti: BOMBER. Dodicesimo centro stagionale per lui e tanta voglia di Lecce. Bella partita e non solo per il gol. VOTO 6.5.

Dal 61′ st Matteo Di Piazza: CORSARO. Cerca timidamente il gol, ma è chiuso bene dagli avversari. VOTO 6.

Allenatore Fabio Liverani: GIORNATA “LIGHT”, MA CHE GOLEADA. Una delle prime partite in cui sembra relativamente calmo in panchina e a ragion veduta. Il suo Lecce esce sconfitto da Monopoli con un pesante e secco 4-1, ma le motivazioni oggi potevano non essere quelle giuste. VOTO 5.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 6 maggio 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *