Carica Liverani: “Lecce, prenditi ciò per cui hai lottato per undici mesi”

Il Lecce domani ospiterà la Paganese al "Via del Mare": per la matematica promozione in serie B, senza considerare i risultati di Trapani e Catania, servono tre punti e Lepore e soci potranno volare in cadetteria con una giornata d'anticipo

By
Updated: aprile 28, 2018
Liverani
Liverani

Fabio Liverani

LECCE (di Carmen Tommasi) – “Chi vorrei domani in tribuna a guardarmi? Mia mamma, che non c’è più, è la persona che mi manca maggiormente. I nostri tifosi ci hanno lanciato un messaggio, polverizzando i biglietti a disposizione, ora starà a noi rispondere sul campo: gli occhi dei ragazzi sono vogliosi di prendersi la serie B”: così Fabio Liverani alla vigilia della penultima gara di campionato del Lecce con la Paganese, in programma alle 17:30 al “Via del Mare”.

Mister, la sua squadra come si è avvicinata all’importantissima sfida di domani che potrà regalare la serie B con una giornata d’anticipo?  

“Domani avremo la possibilità di chiudere il campionato con una giornata d’anticipo. La squadra, dopo la gara di Reggio Calabria, ha ritrovato quella determinazione e consapevolezza in quello che fa. I ragazzi hanno fatto una settimana di grande livello, ho visto tutti concentrati verso l’obiettivo, ma con grande serenità e questo mi lascia tranquillo. C’è grandissima voglia di giocarsi questa partita e di fare tutto per vincerla. Vedo negli occhi dei ragazzi grande determinazione e voglia di prendersi ciò che si sono sudati per 11 mesi”.

Ha già deciso gli undici titolari che schiererà domani in campo?

“Di Matteo ha recuperato dal fastidio muscolare che lo ha messo fuorigioco per qualche settimana. Per il resto, mi porto dietro solo un paio di dubbi, ma non penso che l’undici iniziale si discosterà molto da quello visto negli ultimi impegni. Preoccupato? Ci sarà una Paganese a caccia di punti-salvezza, ma non possiamo pensare agli altri.  Se farò fatica a prendere sonno stasera? No, mi addormenterò tranquillo perché conosco cosa dicono gli occhi dei ragazzi”.

Al “Via del Mare” domani ci sarà il tutto esaurito: qual è il suo stato d’animo?

Prima di Reggio alla squadra avevo detto che non dipendeva da noi, ma che ero sicuro che avremmo avuto un altro match point: così è stato. Le emozioni le vivo sempre, prima di ogni gara, perché vivo di questo. C’è la voglia di arrivare alla partita per fare di tutto per vincerla: domani sarà anche il mio compleanno e le emozioni inevitabilmente aumentano. Messaggi particolari sul mio cellulare in settimana? Ho visto che molta gente ci ha mandato messaggi di incoraggiamento. Personalmente è stata una settimana come tutte le altre, ho sentito chi sento sempre…”.

Mandi un messaggio per i tifosi del Lecce?

“Sono loro che ci hanno inviato tantissimi messaggi riempiendo il Via del Mare. Dobbiamo ripagarli in campo. Pressione per stadio pieno? Da uomo di sport non posso pensare che il pubblico sia un freno, perchè chi sogna di fare il calciatore ambisce ad avere una cornice di pubblico di livello. Senza pubblico non è sport, l’ho sempre detto. La sosta ci è stata utile per rifiatare un po’, ma alla fine forse è stata più utile ai fini della classifica. C’è consapevolezza di quello che ci aspetta, abbiamo l’opportunità di prenderci quello per cui abbiamo lavorato da mesi. L’occasione è ghiotta e non vogliamo fare sconti a nessuno”.

BACI E ABBRACCI – Dopo la seduta di rifinitura alcuni calciatori giallorossi hanno potuto salutare velocemente i loro piccoli figli e le mogli arrivate al “Via del Mare”, prima di trasferirisi in ritiro con il pullman in attesa della gara di domani. Un’emozione in più per arrivare ancora più carichi a quella che potrebbe essere la gara più importante della stagione.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 28 aprile 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *